Vai al contenuto

Mosca minaccia l’Italia per oltre 30 ambasciate espulse

io guerra in Ucraina crea conflitto tra Italia e Russia. E da Mosca arrivano minacce di deterioramento dei rapporti tra i due Paesi, che potrebbero mettere Roma in difficoltà ancora maggiori, anche con le forniture di gas. L’Appello, dopo un periodo molto difficile nei rapporti tra Palazzo Chigi e il Cremlino, è stato lanciato dal ministro degli Esteri.

L’Italia licenzia 30 ambasciatori russi: lo sono persone sgradite

Luigi Di Maio ha informato il governo di aver deciso di espellerlo 30 ambasciatori russi nella chiesa dell’ambasciata romana, come persone sgraditeo no come lui. Un movimento che non amava Mosca.

Tuttavia, secondo l’articolo 9 di questo Conferenza di Vienna, è diritto di qualsiasi Paese con giurisdizione militare agire come non cittadino, e quindi non membro del corpo diplomatico. Questo è ampiamente ricordato a casa.

Queste decisioni sono di solito eseguite nei casi e spionaggio o improvvisamente cambio di equità che regola le relazioni tra i due paesi. Personae non gratae non gode della diplomazia, che protegge i diplomatici e altri rappresentanti dalla giustizia sociale e dalla criminalità.

Perché l’Italia ha deciso di rilasciare 30 diplomatici russi: i motivi

La deportazione dei diplomatici russi è avvenuta in diversi paesi che fanno parte dell’Unione Europea e della Nato per “ragioni”.sicurezza nazionale«Come spiega Luigi Di Maio, in caso di catastrofe provocataviolenza irragionevole in Ucraina dalla Federazione Russa”.

La risposta del Cremlino non è stata subito chiara, ma il ministro degli Esteri ha affermato che “questa non sarà una minaccia. un atto di pace“, Proseguendo con l’obiettivo di raggiungere un accordo tra Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky.

L’Italia, ha sottolineato il ministro degli Esteri, è disponibile a fungere da garanzia di sicurezza e pace in Ucraina e lo abbraccerà tutto. passi vedere missioni diplomatiche è possibile risolvere il conflitto, con condizioni che rispettino la volontà del popolo e delle istituzioni di Kiev.

Non perdere le ultime novità e scopri i nostri migliori contenuti, iscriviti gratuitamente al canale Telegram di QuiFinanza: Clicca qui.

La risposta aggressiva della Russia all’espulsione dei suoi ambasciatori

Maria ZakharovaUn portavoce della Farnesina di Mosca ha detto che sarebbe seguita l’espulsione dei diplomatici russi dall’Italia”Rispondere ne vale la pena”.

Della stessa linea di Dmitrij PeskovIl portavoce del Cremlino, parlando su “decisione miope“Questo non sarà condannato e questo ridurrà le “opportunità di comunicazione diplomatica”.

Oltre ai più difficili rapporti tra Italia e Russia, la decisione del Governo porterà a “passi in cambioIn effetti, la decisione di Mosca di espellere ambasciatori italiani.

Dall’ambasciata arriva però un avvertimento più serio in merito all’urgenza deterioramento Il rapporto tra i due Paesi, e perché l’ambasciata italiana “non ha fornito prove” di azioni diplomatiche, come rileva nell’articolo lo stesso ambasciatore. Sergey Razov.

Pochi giorni dopo che Luigi Di Maio è stato minacciato da Putin in Italia, di cui abbiamo parlato qui, il ministro si è ritrovato ora al centro di un nuovo caso diplomatico. L’azione corretta, tuttavia, è dopo l’orrore di Bucha, che fa rivivere lo spettro del genocidio, come descritto qui e potrebbe portare a nuove misure taglienti da parte della NATO, come previsto qui.