Vai al contenuto

Nel Carbonara Day, tutte le “cose orribili” da evitare nei preparativi




Oggi, mercoledì 6 aprile 2022, i Giornata della Carbonara. Uno dei piatti più amati della cucina romana ha conquistato da tempo il mondo intero, ma a nulla mancano i veri sacrilegi, tra piccoli errori e cose spaventose. Essere all’estero i carbonara viene sempre ‘stuprato’, e tra noi c’è chi commette piccoli errori che possono, alla fine, unire la riuscita del piatto secondo la cucina tradizionale. Ecco alcuni consigli per cucinare perfettamente la carbonara.

Leggi di più> Carbonara, non fare mai questi errori per ottenere il piatto perfetto

Carbonara, principi di perfetta preparazione

Basta seguire le semplici ma accurate istruzioni per preparare la carbonara secondo la ricetta tradizionale. A cominciare dalla cottura della pasta: potete scegliere tutte le varietà, l’importante è che al dente sia rigoroso, mai finito.
Bandire completamente qualsiasi altra forma di pancetta (che si tratti di pancetta, prosciutto o spek), che può indubbiamente distorcere la carbonara.
Non si può tritare aglio o cipolla e la panna a piacere (la salsa alla panna va preparata solo con tuorli d’uovo e pecorino romano).
Molto bassa, ma c’è sempre un chiaro errore, anche la preparazione e il condimento della carbonara e di altri formaggi nel pecorino romano (come il pecorino sardo, il parmigiano o il grana).
Puntare anche sulla cottura del condimento a base di tuorlo d’uovo (se separato dall’albume) e pecorino romano: spennellare bene il piatto, è importante evitare di cuocere un composto di tuorli e pecorino, e mescolare solo il condimento. dopo aver tolto la pasta. Solo allora sarà possibile aggiungere alla pancetta un composto di uova e pecorino ed è necessario amalgamare il tutto velocemente per ottenere la crema desiderata. Il migliore amico, in questa fase, è rappresentato dall’acqua di cottura (ma senza sovradosaggio).
Come spezia aggiunta, chi lo desidera può aggiungere del pepe. Alcune spezie non sono consentite.

Carbonara, shock mondiali (anche chef)

La carbonara conquista da molti anni il mondo, tra chef stellati e altri professionisti. Forse perché lontani dalle tradizioni gastronomiche italiane o forse perché così presi dalla voglia di creare e ricominciare, anche i più grandi chef e food blogger consigliano sempre piatti lontani dalla ricetta originale. E quella che chiamiamo carbonara è un insulto gastronomico. Ecco alcuni esempi.
Kay Chun, Un esperto gastronomico del New York Times, qualche mese fa ha suggerito un’altra ricetta per la carbonara, con la pancetta al posto della pancetta (sicuramente più facile da trovare negli Stati Uniti) e, ad esempio, l’aggiunta di due cucchiai di concentrato di pomodoro e pomodorini. . Il tipo di miscuglio tra matriciana e carbonara, e il ‘delitto’ di usare la pancetta: anche i più grandicelli ammetteranno tutto, tranne la carbonara.
Anche negli Stati Uniti un’altra carbonara assolutamente imperdonabile è quella allevata da una star televisiva Marta Stewart. Tra gli ingredienti principali: presenza, tra gli ingredienti, di prezzemolo tritato, due spicchi d’aglio in un soffritto e un bicchiere di vino bianco da sfumare. Va bene comporre, ma qui abbiamo fatto molta strada.
Parlando di ‘criminalità gastronomica’, la Gran Bretagna non può mancare un appello. Nigella Lawson, Una miriade di diversi tipi di programmi di cucina in tutto il Canale, nel 2017 ha consigliato il supplemento di carbonara e panna “modificato”. Gli italiani, opportunamente, hanno risposto con un vero e proprio ‘shitstorm’ sui social. Infelice, Nigella Lawson qualche mese fa ha fatto una proposta diversa: burro e noce moscata al posto di pecorino e pepe. Si potrebbe anche dire “cani”, traducendo letteralmente in inglese un comune idioma romano.
Il rispetto per la tradizione gastronomica da tempo ricercata dagli italiani non ha salvato nemmeno un così grande cuoco Gordon Ramsay, che l’anno scorso ha suggerito una carbonara leggermente diversa dalla ricetta originale. Quella dello chef scozzese e del personaggio televisivo, infatti, sembrava molto gialla e molto acquosa, con molti italiani che lo accusano di usare troppe uova e panna extra: lo scetticismo resta.
L’abuso di carbonara non finisce qui: neanche i francese, solitamente con cura in cucina, sono diventati personaggi di imperdonabile delitto gastronomico. Nel 2016 sul canale YouTube è stata pubblicata una bella prova: un video di quello che potrebbe essere un cattivo candidato alla carbonara. Utilizzando la panna, cuocere direttamente in padella e aggiungere l’uovo, senza separare albume e tuorlo, direttamente in padella. Un grande sostenitore dello sciopero della fame.
Anche i vip non italiani sono stati probabilmente influenzati dalla carbonara più in voga nei loro paesi. Di tanto in tanto, le persone a livello estero rimangono scioccate, “scoprendo” che la crema non è inclusa negli ingredienti di una ricetta tradizionale della carbonara. Uno di loro è il pilota di una Ferrari monegasca, Charles Leclercma con il leader degli U2, Bono Voxche ha avuto l’audacia di protestare di poter assaggiare la crema alla carbonara ordinata a New York, al ristorante dello chef stellato Francesco Panella.




Ultimo aggiornamento: mercoledì 6 aprile 2022, 00:00



© LA PRODUZIONE È STATA SALVATA