Vai al contenuto

non può fermare l’accelerazione dell’inflazione arriva sop sul pass verde – Tempo


Ora Borselli

Un Paese in preda all’inflazione, finito comunque in una rete di “grandi frodi”. Il ministro della Trasformazione, Roberto Cingolani, non è stato in grado di spiegare a se stesso o agli italiani perché questi prezzi fossero così impotenti e così imprevedibili, per non parlare di trovare una soluzione. Il prezzo sale? Delitto senza ammoniaca o sospetti ma solo vittime. Dall’inizio del nuovo anno il costo del gas e dell’elettricità è aumentato vertiginosamente: i costi ne pagano i cittadini. Niente di nuovo. Ma con le attività commerciali, ha dovuto far fronte all’aumento dei costi di acquisto di beni di consumo e servizi che inevitabilmente si riflettono sia sui consumatori che (quindi) sui cittadini. Gli interventi del governo per ridurre l’aumento delle bollette del gas e dell’elettricità ridurranno notevolmente l’impatto sul debito. Con un moderato aumento (di luce e gas) del 40%, il corretto adeguamento operato dal regolatore riduce l’aumento di oltre il 10%. L’attacco ha aggiunto i prezzi del carburante, che non sono stati elevati dal 2014. In vista dell’aumento dei prezzi della benzina e del diesel, il dibattito sulle accise è tornato in pista. Tassa governativa sul carburante, aumentando il valore finale per i consumatori, ovvero i cittadini comuni (regolari). Negli anni, vari partiti e politici hanno promesso di abolire – o almeno ridurre – questa tassa, senza mantenere la parola data. I cittadini pagano di più.

Chiederò danni a Speranza, Garavaglia rompe il governo nel Covid

Draghi, che potrebbe fare tutto, potrebbe realizzare anche lui questa impresa? L’aspettativa era chiara. Ma era delusa. In un mondo di crisi, anche le misure devono essere prese. E cosa c’è di così insolito in un piano di evasione fiscale? I contributi, ricordiamolo, comprendono tasse varie dovute alla crisi di Suez, al disastro del Vajont, all’alluvione di Firenze. Le emergenze sono superate. Balzello rimase. È possibile utilizzare entrate aggiuntive dal carburante per motori per far fronte allo stress? Come quello. L’assistenza sarà di soli 11 euro al mese e al ritmo di oggi può, sì, aumentare ulteriormente, bruciare aiuti e lasciare un cittadino vuoto, ancora una volta, già sorpreso da due anni di epidemia. Tuttavia, il governo dei migliori sembra aver trovato una soluzione integrata (dirompente) per confortare i poveri “imbroglioni”.

Draghi ha studiato politica e stuzzica Conte con gratitudine

Draghi ha fatto cadere ieri le caramelle in conferenza stampa: rimuovere tutte le barriere adottate dall’epidemia. Non tutti, quasi tutti. Il premio di consolazione è stato assegnato al ringraziamento comune (ai cittadini) che si è detto orgoglioso del proprio governo. Questo è gratuito. Entro il 31 marzo cesserà lo stato di emergenza e di conseguenza scadranno il CTS e l’insolito palazzo del commissariato. Secondo le regole: dopo aver vinto la cromia, il monitoraggio continuerà, ma non sarà più legato alle normative. Smetti di bloccare i contatti. Solo chi ha il virus resterà a casa. Le persone di età superiore ai 50 anni non avranno più il cosiddetto Green pass, ma il Green pass sarà sufficiente fino al 30 aprile, quindi non saranno più sospese per mancanza di un green pass. Gli inserti esistenti sono stati confermati sulla mascherina fino al 30 aprile. Ricco nel senso della pubblicità e limitato da qualsiasi potere d’acquisto ma non avrà un pass verde. Dopotutto, è più facile prendere che dare.

Un saluto alla Repubblica.  La gaffe di Sibilia: offerte fusione Italia e 2 giugno