Vai al contenuto

Old Axis con il potere del male

Il G7 qualche giorno fa ha detto che i suoi membri non si sarebbero mai inchinati per pagare il gas in rubli, solo per vederli correre al telefono per chiamare Putin e sentirsi dire come acquistare energia e probabilmente ora sarebbero rinominati. il potere del male. Ma una cosa che mi ha colpito nel caso di questo grande forum è che, non raccogliendo il 10 per cento della popolazione mondiale, rivendicano il diritto di controllare tutti, cioè almeno 4 partecipanti su 7 hanno una passione per il gas russo . almeno direttamente il primo in tutti gli Stati Uniti e in Canada a detenere gas, seppur a prezzi altissimi, e comunque volerlo vendere ad altri membri anche se i loro prodotti sono fuori mercato rispetto al gas russo; poi ci sono Gran Bretagna e Francia che almeno per ora possono fare diverse ragioni, una con pozzi ancora in funzione e una con il nucleare. Saranno certamente gettati e soffriranno a causa dell’inflazione, ma non in modo significativo. Coloro che subiscono davvero gli effetti delle contro-sanzioni sono i restanti tre paesi, ovvero Germania, Italia e Giappone, che potrebbero facilmente portare alla deindustrializzazione poiché dovranno pagare prezzi dell’energia più elevati rispetto ai loro concorrenti. Ricordi qualcosa di questo? Fu l’unico paese a perdere la seconda guerra mondiale e la Russia vinse il conflitto, ma era già in conflitto con l’impero anglosassone che giocava un ruolo chiave tra Russia e Germania per sfruttare la lotta e mantenere il proprio territorio. Capisco che questo non fa parte della cruda vulgata hollywoodiana a noi dedicata nella seconda guerra mondiale, ma è ampiamente scritto e per di più entra nel concetto che esisteva già negli ultimi decenni del diciannovesimo secolo.

Questo fatto del vecchio potere malconcio dell’Asse può sembrare ingiusto e in parte probabilmente lo è, anche se, dopo la Cina, questi sono i tre paesi in cui la produzione ha l’effetto PIL più alto del pianeta e quindi dovrebbero richiedere più energia. le sovvenzioni a basso costo, tuttavia a livello di modello sembrano essere un incredibile tunnel storico che i vecchi vincitori ordinano ai tre vinti di deindustrializzare per fare la guerra in Russia, come il perfetto compimento di un piano per scartare eventuali concorrenti. nel dominio del mondo come l’alleanza tra Russia, Germania e altre parti d’Europa potrebbe esserci stata in passato, oppure il progetto Great Asia coltivato dal Giappone, anche se realizzato prematuramente rispetto al solare proprio dovuto all’America. interruzione. A rischio c’è solo un elemento della giovinezza, l’inaspettata ascesa della Cina a diventare protagonista mondiale. Ed è anche una priorità. Finché ci sono due giocatori, i risultati, almeno per decenni, possono essere in qualche modo prevedibili. Ma come nel caso dei tre corpi della meccanica classica, quando i personaggi sono almeno tre, il processo diventa caotico e inaspettato. In ogni caso, dal simbolismo dei vincitori e dei vinti risulta chiaro che ci troviamo nel mezzo della storia: da un lato, l’Occidente vive all’interno di un senso di controllo instauratosi dopo la seconda guerra mondiale, ma generalmente primo e riluttante a essere scartato ad ogni costo ora delle masse del pianeta che ha ricevuto un battesimo definitivo e dell’affare ucraino.

Prima di questa azione, nessuno aveva sfidato direttamente l’egemone specifico. Anche l’Unione Sovietica è stata sconfitta nella peggiore crisi di sempre, quella dei missili cubani. E questo è un segnale insopportabile di Washington e dei paesi satelliti ridotti che non suonano coloniali a causa della struttura simile all’UE che offre. in un’amministrazione apartitica che influenza notevolmente la fattibilità dell’esercizio e del ripristino dei poteri preeletti nei singoli paesi. Vale a dire, il rinnovarsi del timore di perdere il prestigio a cui ha portato la questione ucraina avvicinando Cina e Russia dove avrebbero bisogno di lavorare per dividere. Ma da due decenni ormai la monarchia può solo mordere e non pensare. Questa volta, tuttavia, avrai bisogno di un dentista.