Vai al contenuto

ORA È UNA BATTAGLIA TRA CAPUTIN E BIDEN E PORTA L’UMANITÀ NELLA COMUNITÀ DEL PRECIPICE. MA NESSUNO ECCETTO IL PAPA CHE CERCA DI CHIAMARLO

“L’idea è che tutti gli umani vadano in qualche modo il nome del pianeta e la sua violenza“Lo scrisse, qualche anno fa, Renè Girarduna delle grandi idee del nostro tempo.

Abbiamo raggiunto quella promessa? Sebbene siamo preoccupati per la guerra in Ucraina, è difficile da capire vera gravità condizione. Comunque questa Pasqua del 2022 potrebbe essere l’ultima. L’ultimo della civiltà umana. Questa non è un’esagerazione.

L’aumento è evidente. Niente può semplicemente succedere ulteriore espansione della NATO in Finlandia e Svezia. A questo punto Il coinvolgimento americano nella guerra è grande e dopo l’approvazione di Biden di inviare nuove armi letali in Ucraina per ulteriori $ 800 miliardi ($ 3 miliardi dall’inizio della guerra), nota diplomatica il 12 aprile la Russia è stata ufficialmente riconosciuta avviso finale: “Chiediamo agli Stati Uniti e ai suoi alleati di farlo fermare l’irresponsabile esercito ucrainoche significa conseguenze non volute alla sicurezza regionale e internazionale”.

Soprattutto La Russia è il principale “non rispondente”, infatti Putin prevede di essere pronto ad attaccare il carico di armi americano in Ucraina. È a un passo dalla dichiarazione di guerracome per coloro che sono attivi (dopo gli spettacoli) prendendo parte al conflitto militare.

Ecco perché è così vicino al limite di questo conflitto insensato (che può essere evitato) Confronto diretto tra potenze nucleari: USA e Russia.

È un momento è più pericoloso del problema dei missili cubani che durò pochi giorni e non accadde in caso di guerra, mentre oggi ne vediamo un altro l’esercito continua a crescere dove tutti si nutrono e nessuno – tranne il Papa – sembra voler farla finita.

Quali sono le “conseguenze indesiderate” a cui si riferisce Mosca, dal momento che entrambe le superpotenze – per la prima volta – hanno fatto sapere (più o meno chiaramente) che il “first strike”, è un bombardamento atomico.preso a calci in entrambi per decenni, ora viene preso in considerazione e sta accadendo.

Nelle ultime ore ne hanno parlato Zelensky e il comandante della CIA Bruciandoha espresso la sua forte preoccupazione: “Nessuno di noi può sottovalutare il pericolo di usare armi nucleari a basso costo o ad alta tecnologiaDa parte russa.

Quel “primo colpo” ci tirerebbe via in un conflitto nuclearecapace di distruggere (e il più delle volte) la società.

La situazione è ancora peggiore perché – oltre al deliberato attacco nucleare – non va sottovalutato la possibilità di un conflitto nucleare Per errore. È un incubo che spesso si annida intorno a noi, anche in tempo di pace, ma lo è ancora è molto pericoloso durante un conflitto – così – dove il dito è già teso sul bottone difettoso.

Per capire quanto sia grave questa situazione, dobbiamo ricordarlo molte volte, negli ultimi decenni, si è verificata una catastrofe atomica a causa di falsi allarmi ed errori di conteggio..

Il 29 gennaio 1994 il Pentagono lo riconobbe Negli ultimi due decenni sono stati lanciati 136 allarmi “Dopo un’esplosione improvvisa nell’atmosfera di un meteorite… potrebbe essersi accidentalmente innescata un’esplosione nucleare. E così da innescare automaticamente la risposta americana a un sospetto attacco missilistico”.

L’ha scritto Robert McNamaraun politico internazionale pluriennale (ex Segretario alla Difesa degli Stati Uniti dal 1961 al 1968 con John Kennedy e Lyndon B. Johnson e poi Presidente della Banca Mondiale), alla vigilia del Trattato di non proliferazione nucleare. (New York, maggio 2005) nel suo intervento su “Politica estera”.

Intervento sorprendente in cui lo sottolineava La guerra atomica americana media “è 20 volte più letale del bombardiere di Hiroshima”. E ce ne sono molte migliaia nel mondo.

McNamara ha spiegato che “per dichiarare guerra è necessaria un’azione del Congresso”, ma “Il dialogo è sufficiente per avviare un olocausto nucleare fino a 20 minuti dal presidente e dai suoi consiglieri”.

Testare in soli venti minuti se si tratti di un vero attacco o di un falso allarme fa paura. Questo rischio – ha osservato McNamara – “non è accettabile perché le persone possono sbagliare “e sbagliare in una situazione del genere” può portare la distruzione delle nazioni”.

Quindi il rischio è grande su in una guerra come quella attuale. È stato un momento di pace deciso da McNamara “La combinazione di fallimenti umani e armi nucleari pone un alto rischio di una catastrofe nucleare”.

Ma quanto anda questo “rischio estremo” ai nostri giorni? Se McNamara potesse scrivere nel 2005 essere “Siamo in un momento critico della storia umana”, cosa dovremmo dire oggi?

Come hai potuto venire in questo posto quando lo erano opportunità per prevenire il conflitto (riferendosi alla proposta di Scholz a Zelensky il 19 febbraio e precedenti)?

Come può essere nessuno, e politici e intellettuali, lo sase siamo alla fine dell’abisso e siamo tutti gettati nel fuoco?

Per Il Papa è rimasto solo e nessun capo di stato europeo (il piccolissimo Biden “Catholic” ne ha fatto richiesta il patto di Pasquacon un vero affare? Perché l’UE non ha agito per un’autentica pace esercitando pressioni su Biden invece di inviare armi?

Antonio Socci

Da “Libero”, 17 aprile 2022