Vai al contenuto

Palermo, borsa centrale destra: chi sarà il candidato

Giornate perfette per una partita da sindaco in federazione. Su chi puoi scommettere?

Potrebbe essere giallo, e un ID segreto, coperto da una X, da rivelare. Potrebbe essere un po’ uno scherzo e un nuovo tipo di pendolo popolare Maurizio Mosca, Luce indimenticabile per più o meno spazio nella prognosi della palla. Ma il pendolo, se paragonato al caos del centrodestra siciliano, era quasi una scienza diretta. Tra oggi e domani ci saranno trattative che dovrebbero – nella speranza di chi lavora nel sindacato quotidiano – portare alla fama. il nome di tutti candidato sindaco per Palermo. Cambio di discorso che lo rende molto flessibile. Conversazione serrata tra Berlusconi e Salvini. Un possibile incontro romano (ma c’è chi dice che non si terrà e ci saranno solo contatti). Un’ipotesi pratica, nonostante i desideri di Nino Minardo, Società numero uno in Sicilia, se altre, o tutte, si gestiscono da sole. ‘Rischio’ di consegna del gioco, dopo l’abuso (dal centro-destra) Leoluca Orlando, nello stesso ciclo politico. Qui stiamo cercando di ricreare i testi dei personaggi principali. In ordine alfabetico.

Cascio, Forza Italia e Miccichè

Allenatore Francesco Cascio, da molti, ma non da tutti, è ritratto come un candidato con un’alta probabilità di investimento e non è un oroscopo che porta sempre fortuna. C’è una cosa importante che funziona a sua discrezione (in questa “borsa” sono considerati i membri, non le caratteristiche individuali): il supporto incrollabile Gianfranco Miccichè che, per ragioni interne a Forza Italia dilaniata e fuori, al sindacato, non può permettersi di perdere la sfida del Palermo. Cascio sarebbe stato rassicurato e, anche lui, se non si fosse candidato, la battuta d’arresto sarebbe stata calda.

Lagalla, ‘volare avanti’ e orgoglio

Roberto Lagalla, uomo di centro, avrai i numeri per goderti l’accordo, come candidato nominato e come proposta in grado di unire paesi diversi. Forse l’incoronazione non è avvenuta a causa di disaccordi passati o recenti e di disaccordi politici dopo che ha “portato avanti” le sue dimissioni e si è dimesso dal governo locale, secondo le accuse mosse contro di lui. Orgoglio legale che si è scontrato di proposito e fibrillazione medio-destra. Tuttavia, ha dimostrato che non si arrenderà, che correrà da solo e che non si arrenderà. Vedremo la crescita di una storia che promette tanti episodi, più o meno avvincenti.

Scoma, Salvini enigma e dittatore

Francesco Scoma è un leghista di qualità. Minardo aggiunge: “Nel ‘primo italiano’ abbiamo il nostro nome famoso, Francesco Scoma, e pensiamo che a Palermo sia fortissimo”. Applicazione a Matteo Salvini era chiaro: se non possiamo avere il Palazzo d’Orleans, ci spostiamo al Palazzo delle Aquile. E sappiamo che il presidente è in Regione Nello Musumeci punta in avanti. Il puzzle si può completare con il già citato Scoma in lotta contro il Palermo e Miccichè presidente dell’Ars. Ma sembra che non ci sia buon sangue tra i due.

Varchi, giovane e ‘di sinistra’

Ogni minuto (anche a sinistra, con più o meno parole) predicono la fine degli ultimi cinque anni ad Orlando, mi capita che pochi si possano considerare più di così. Carolina Varchi al culmine dei “Fratelli italiani”, in netto contrasto con l’orlandismo. Non sarebbe certamente l’unico requisito considerato, ma avrebbe anche il potenziale per l’età e l’età. corso di cortesia verde rispetto all’intero sistema. Non gli valgono la forte volontà della rielezione di Musumeci a Palazzo d’Orleans e l’ostilità tra i ‘due centri di destra’.

Altri

E poi ce ne sono altri, iocon quel dizionario illimitato è la nostra politica ora. Il caso, molto probabilmente, lo ha fatto Totò Cuffaro, intervistato dal nostro giornale: “Se le cose vanno bene, allora vedo, Il centrodestra sarà accompagnato da almeno tre candidati: Varchi, Lagalla e Cascio. Altrimenti saranno sei (…). Lagalla, Cascio, Varchi, Lentini, Scoma e Farone in conversazione e in mezzo a destra”. Preventivo definitivo? Non sarebbe stato facile, nemmeno per il mago del pendolo.