Vai al contenuto

Pd nomina insegnante e lancia la seconda spaccatura – AlessioPorcu.it

Il Pd rompe gli indugi e va al conteggio. Affiancherà la professoressa Sabina Mitrano alle elezioni suppletive di Gaeta. Si dirige così verso una nuova spaccatura. Il gruppo è diviso in tre candidati. I punti sono stati sviluppati

Cadavere gettato: il Pd stamperà per la prima volta il suo simbolo su una tessera elettorale comunale di Gaeta: affiancherà la Professoressa Sabina Mitrano. Ma questo gli è costato un’unità congressuale pesantemente costruita due settimane fa. Il partito di opposizione interna non seguirà il Partito ma sosterrà l’ex sindaco Silvio D’Amante candidato. E la maggioranza non lo sarà: aveva lasciato il Congresso per opporsi alla legittimità delle convenzioni; sosterrà l’erede al controllo uscente Cristian Leccese.

Partito Democratico Rubicone

Segretario del Pd Gianluca Conte

La sua Il Rubicone ha attraversato venerdì sera il Pd. La decisione è stata presa in un luogo che è stato “preso gentilmente” al Gruppo dal centro servizi Leonardo, a 25 Libbre, al confine con il comune di Itri. Qui Festa senza sedia (ultimo incontro tenuto in parrocchia locale) ruppe il ritardo e diede un voto sulla linea da seguire nei prossimi consigli comunali a metà giugno. (Leggi qui il precedente incontro: Pd all’incrocio, le primarie rischiano di diventare una trappola).

Il censimento ha avuto effetto scritto: la maggior parte degli addetti ai lavori cerca sempre di sostenere l’elezione del sindaco di Sabina Mitrano. I funzionari hanno raccolto il messaggio, lanciato la scorsa settimana da un professore di letteratura durante la sua parata ufficiale. Quel giorno invitò ufficialmente il Partito Democratico a cambiare nome e ad aderire all’educazione civica Gaeta Comunità di Valorea partire dal La Nuova Era e al circolo cittadino Europa verde. (Leggi qui: Il prof avvia appello, il Pd raccoglie a metà settimana).

Nuova segretaria Gianluca Conte presentare una mozione al voto. La cosa principale era il no nella domanda di minoranza: richiedeva un gruppo o almeno le primarie sindacali.

Calcolo interno

Giovanni Di Bernardo

Il risultato della gestione è stato enorme. Dodici voti contro la Primaria e la fusione di Sabina Mitrano; ritirandosi dalla lista di maggioranza del segretario Conte (dove si aggiunge l’assenza). Tre voti primari erano caratterizzati da un numero esiguo di interni; in assenza e controversa elezione in corso di votazione da parte di altri due membri dell’Amministrazione, ovvero l’ex sindaco PDS. Silvio D’Amante ed ex presidente del consiglio comunale Damiano Di Ciaccio.

La ricerca di più è vana Silvio D’Amante per salvare che può essere salvato. Aveva mandato un avvocato a procedere Giovanni Di Bernardo richiesta intervento – definita dai partecipanti”è curioso e sofferente“- il comportamento delle Primarie nel rispetto delle disposizioni della legge”.Chiedo che i principi, i principi a cui il mio Partito ha aderito – ha detto l’avvocato Di Bernardo – riceve anche il suo mandato”.

Il segretario Conte ha evidenziato in un documento di una sola pagina le ragioni del mancato rispetto della cattura principale: non ci sono vincoli numerici, la scelta è chiara e il sostegno è schiacciante. “Le Primarie in questi casi si divideranno”.

Scelte suicide e masochistiche

Silvio D’Amante

All’epoca comandavano D’Amante e Di Ciaccio vedendolo come un’influenza politica, hanno alzato i tacchi e se ne sono andati macchiando ciò che chiamano elezione”suicida, masochista e opportunista”.

In breve la decisione di mandare un simbolo del Pd non è caduta con Sabina Mitrano che non è iscritta al Pd a differenza di Silvio D’Amante.. Soprattutto non è scemata la motivazione: ha spiegato il prof Mitrano “più competitivo e attraente nel contesto del processo di revisione del prodotto”.

Al Centro Leonardo le stesse lacrime sono state versate sette mesi fa al vicino Pd di Formia. Lì, ancora una volta, i consiglieri, con un solo voto favorevole (7 voti favorevoli a 6), hanno deciso di mettere un voto Pd nella corsa alla Segreteria. Luca Magliozzi invece di una divisione interna guidata da un sindaco di quattro mandati Sandro Bartolomeo che invece ha suggerito di sostenere uno specialista in malattie infettive di comunità Amava La Mura. Si è concluso con vittoria del centrodestra per poche decine di voti.

é diviso in tre parti

Cristian Leccese

Il Pd infatti a Gaeta è diviso in tre blocchi. Vicino all’ex segretario provinciale Claudio Moscarelli ha contestato la legittimità del Congresso e non vi ha partecipato. Ha deciso di sostenere la gara per Cristian Leccese tratta di esseri umani”Gaeta Democratica“, proseguendo con il controllo uscente che l’ala Pd sostiene da dieci anni.

A meno che tu non abbia ripensamenti inaspettati all’ultimo minuto, Silvio D’Amante sarà protagonista della campagna elettorale. Scenderà in campo mantenendo fede nella discussione strutturata con Movimento a 5 stelle, Demo, Movimento Progressista e E a Gaeta.

Se è così, i Partito Democratico porterà come valore aggiunto alla gara della Sabina Mitrano solo il marchio Pd con poco o niente. Ma lo sai: è un’opzione ID, pensata per dare visibilità al Party. Se c’è il rischio di far vincere l’avversario come è successo a Formia è un altro motivo.

Punto Tempo

L’articolo di Sabina Mitrano

Silvio D’Amante non tornerò indietro. Non poteva fare altrimenti dopo aver stabilito il suo collegio in corso Cavour. È uguale a quelli nudi Cristian Leccese e Sabina Mitrano.

Il professore lo aprì al numero 155 di storia con il libro Indendendenza nel verbale di inizio della direzione del Pd nel mezzo “Leonardo“. Un evento inaspettato.