Vai al contenuto

Pepe Escobar – La guerra completa del genocidio della Russia – OP-ED

di Pepe Escobar – Cultura culturale

[Tradotto dall’inglese da Nora Hoppe]

Molte parti del NATOstan sono addestrate al disgusto russofobo. L’opposizione non è tollerata.






Ora è più chiaro che la campagna russofoba neo-orwelliana “Due minuti di odio” lanciata dal Falso Impero dopo il lancio dell’operazione Z è fondamentalmente “Odio 24 ore su 24, 7 giorni su 7”.

Le vaste aree del NATOstan sono addestrate per affrontare il linciaggio russofobo. L’opposizione non è tollerata. Uno psyop completo ha migliorato l’Impero delle bugie in uno stato di Impero dell’odio in una guerra a tutto campo – ibrida e altro ancora – per distruggere la Russia.

L’odio, dopo tutto, colpisce più duramente delle semplici bugie, ora sta ricorrendo ad azioni umoristiche, come nel caso dell'”intelligence” statunitense che ricorre a – cos’altro – bugie per combattere una guerra dell’informazione con la Russia. .

Se l’overdrive della propaganda ha funzionato in modo micidiale tra molti occidentali – chiamatela una “vittoria” nella guerra delle pubbliche relazioni … il fronte in cui la cosa più importante – all’interno della Russia – è un enorme fiasco.

Il sostegno pubblico sia per l’operazione Z che per il presidente Putin non è mai stato così grande. Dopo che i video delle torture dei prigionieri di guerra russi hanno suscitato un diffuso indignazione, la società russa si sta preparando per una “lunga guerra” che durerà mesi, non settimane, fino a quando le intenzioni dell’Ordine Supremo russo – di fatto il segreto militare – rimangono. ha vinto.

Gli obiettivi dichiarati della “smilitarizzazione” e della “denazificazione” dell’Ucraina in futuro – ma, da un punto di vista geopolitico, vanno oltre: l’obiettivo è rovesciare l’accordo di sicurezza europeo post-1945, per costringere la Nato al compromesso. e sono d’accordo con l’idea di “sicurezza inseparabile”. Si tratta di un processo molto complesso che si amplierà nel prossimo decennio.

La sfera NATOstan non può riconoscere pubblicamente il numero di fatti che l’analista militare Andrei Martyanov ha descritto per anni, cosa che si aggiunge al loro dolore articolare.

La Russia potrebbe affrontare la NATO e abbatterlo entro 48 ore. Può utilizzare programmi di prevenzione della prevenzione senza precedenti in tutto l’Occidente. Il suo asse meridionale – dal Caucaso e dall’Asia occidentale all’Asia centrale – è completamente stabile. E se sarà davvero difficile, Mr. Zircon può portare il suo biglietto da visita nucleare ipersonico a meno che l’altra squadra non sappia cosa lo sta colpendo.

“L’Europa ha scelto il suo futuro”

Sarebbe illuminante vedere come questi sistemi complessi vengono interpretati dai russi: le loro idee sono ora completamente chiuse al NATOstan.

Facciamo due esempi. Il primo è il generale LP Reshetnikov, in un articolo di analisi che esamina le realtà della guerra mondiale.

Alcuni passaggi chiave:

– “Oltre alla Romania e alla Polonia ci sono aerei della NATO e personale esperto, ci sono sempre i satelliti dell’intelligence statunitense in aria. Il budget della popolazione è di $ 25 miliardi, il budget della popolazione di SpaceX da solo è simile a quello di Roscosmos- e questo costa decine di miliardi di dollari all’anno negli Stati Uniti che compongono il sistema di controllo planetario.

– La guerra sta accadendo secondo “gli occhi e la mente della NATO”. Il popolo ucraino non è altro che zombi liberi. E l’esercito ucraino è un’organizzazione di zombi telecomandata. “

– “Le tattiche e le tattiche di questa guerra saranno oggetto di libri di testo militari in tutto il mondo. Ancora una volta: l’esercito russo sta distruggendo l’organismo zombie nazista, completamente integrato con gli occhi e la mente della NATO”.

Passiamo ora a Oleg Makarenko, che punta sul quadro generale.

– “L’Occidente guarda ‘il mondo intero’ solo perché non ha ancora ricevuto abbastanza pugni sul naso. È possibile che la Russia offra ora: sostegno di ritorno da Asia, Africa e America Latina. nucleare”.

– “L’Europa ha scelto il suo destino. E ha scelto il destino della Russia. Quello che vedete ora è la morte dell’Europa. Sebbene non ci sia un attacco nucleare alle basi industriali, l’Europa sarà distrutta. e la Cina inizierà a prendere questi vettori la stessa potenza e le stesse materie prime a prezzo scontato, non c’è una vera concorrenza con la Cina dall’Europa e ne nascerà un tumulto.

È opportuno considerare Reshetnikov e Makarenko come fedeli ambasciatori del sentimento generale russo, interpretando la retorica falsa bandiera di Bu A come copertura per coprire le sofferenze dell’esercito ucraino ai prigionieri di guerra russi.

E, più seriamente, Bucha ha permesso ai laboratori biologici del Pentagono di scomparire nella mediasfera occidentale, con tutte le sue ipotesi: prova di una spinta americana unita per l’uso finale di vere armi di distruzione di massa contro la Russia.

La multiforme frode di Bucha ha dovuto coinvolgere il presidente britannico del Consiglio di sicurezza dell’ONU per impedire adeguatamente una discussione seria, il giorno prima che il ministro della sicurezza russo cercasse di portare all’ONU – certamente al di fuori degli Stati Uniti e del Regno Unito – tutti i fatti su questo . strumenti biologici che sono stati scoperti in Ucraina. I cinesi sono rimasti scioccati nello scoprirlo.

Almeno il comitato investigativo russo sta continuando il suo lavoro, con 100 investigatori che hanno trovato prove di crimini di guerra in tutto il Donbass che saranno presto presentate in tribunale, che potrebbe essere stato istituito a Donetsk.

E questo ci riporta alle realtà terrene. C’è molta discussione analitica sull’ultima fase possibile dell’operazione Z. Test accurati includeranno la liberazione di tutta Novorossiya e il controllo completo della costa del Mar Nero che ora fa parte dell’Ucraina.

L'”Ucraina” non è mai stata veramente uno stato; è sempre stata un’appendice di un altro paese o impero come la Polonia, l’Austria-Ungheria, la Turchia e, in particolare, la Russia.

La storia dello stato russo era Kivan Rus. “Ucraina” in russo antico significa “regione di confine”. In precedenza, si riferiva alla parte occidentale dell’Impero russo. Quando l’Impero iniziò ad espandersi nel sud, i nuovi territori occupati dall’occupazione turca divennero noti come Novorossiya (“Nuova Russia”) e i territori nord-orientali Malorossiya (“piccola Russia”).

Fu un’opportunità per l’URSS nei primi anni ’20 di gettare tutto e chiamarla “Ucraina” – aggiungendo la Galizia a ovest, che non era la Russia.

Ma uno sviluppo importante quando l’URSS si sciolse nel 1991. Dal momento che l’Impero Lies de facto governava la Russia post-sovietica, non avrebbero mai permesso che i veri territori russi dell’URSS – cioè Novorossiya e Malorossiya – fossero reintegrati nell’URSS. Federazione Russa.

La Russia ora si sta ristabilindo – sotto forma di “L’ho fatto, a modo mio”.

Balliamo a Porto Rico in Europa

Ora è anche chiaro da qualsiasi analisi geopolitica approfondita che l’operazione Z ha aperto il vaso di Pandora. E la più alta storia di avvelenamento è stata finalmente rilasciata e destinata a diventare europea.

Essential Michael Hudson, in un nuovo saggio americano sulla rottura dell’euro, discute, quasi per scherzo, che l’Europa può rinunciare alla sua valuta e passare per una “versione leggermente più grande di Porto Rico”.

In breve, l’Europa “ha smesso di essere un paese politicamente indipendente, sta cominciando a somigliare di più a Panama e alla Liberia – le istituzioni bancarie costiere hanno ‘bandiere di aiuti’ che non sono paesi ‘reali’ perché non ritirano i loro soldi, ma usano Dollari americani”.

Secondo alcuni commentatori russi, cinesi e iraniani, Hudson sostiene che la guerra in Ucraina – di fatto “una rivoluzione completa come la Nuova Guerra Fredda” – potrebbe durare “almeno un decennio, forse due anni mentre gli Stati Uniti intensificano la lotta Tra terrorismo e socialismo. [intendendo il sistema cinese] coinvolgendo una guerra mondiale”.

Ciò che è contraddittorio, però, è che gli Stati Uniti, dopo il “crollo economico dell’Europa”, potranno “bloccare i Paesi dell’Africa, del Sud America e dell’Asia”. Il processo di integrazione eurasiatica, giunto al suo decimo anno, guidato da una partnership tra Russia-Cina e gran parte del resto del Sud, non farà nulla per impedirlo.

Non c’è dubbio, come dice Hudson, che “l’economia globale è in fiamme” – e gli Stati Uniti hanno trasformato il commercio in uno strumento. Tuttavia, sul lato destro della storia abbiamo Rublegas, petroyuan, un nuovo sistema finanziario/cooperativo progettato congiuntamente tra l’Unione economica eurasiatica (EAEU) e la Cina.

E questi sono solo alcuni degli shareware per la definizione degli obiettivi che puoi utilizzare.