Vai al contenuto

Per le feste la Grecia elimina i pass verdi e le mascherine interne. Ma solo in estate (e dal 1 maggio)




E’ tutto gratis, ed è un invito a vincere vacanze 2022 dentro Grecia. Semmai, le restrizioni torneranno a settembre. Ma nel frattempo la Grecia ha deciso di abrogare le leggi contrarie Covid, responsabile anche delle mascherine. E anche la responsabilità di mostrare il pass verde. Insomma, torniamo ad ogni modo di vivere prima dell’epidemia. Una decisione saggia? Sicuramente un’opzione redditizia ma forse a breve termine. Il rischio è che ci siano prenotazioni quest’estate ma ci saranno picchi di contagio che metteranno in difficoltà gli ospedali e la sanità generale. Inoltre, l’epidemia di Sars-Cov-2 ha dimostrato che se si riducono completamente i livelli di attenzione e si eliminano le misure preventive, il virus torna alla testa e il contagio aumenta vertiginosamente.

Ministro della Salute, Thanos Plevrisha confermato che dal 1 maggio non ci saranno più prove di ingresso in luoghi come ristoranti e bar, mentre dal 1 giugno le mascherine non saranno più forzate in spazi confinati (saranno in aree più esplicite come le case dei posti a sedere).

Cose strane – Per quanto riguarda l’abolizione dell’applicazione delle mascherine, l’unica misura rimasta sarà su tutti i modi di trasporto pubblico (autobus, treni, navi – in – e aerei), dove saranno applicate.

La decisione di allentare le barriere, ha detto il ministro, si è basata su “dati epidemiologici e pareri di esperti”. Le autorità hanno affermato che tutte le misure Covid saranno riviste a settembre, a seconda della situazione in quel momento.

Saranno eliminati anche gli obblighi di valutazione per discenti e insegnanti nelle scuole, ma le mascherine rimarranno obbligatorie internamente fino al 1 giugno, e anche dopo tale data negli ospedali e nelle case di cura. Il test immediato per le persone non invitate a superare per ottenere il proprio lavoro sarà ridotto a uno a settimana. La Pasqua ortodossa, il 24 aprile, sarà celebrata secondo le regole in vigore, ha affermato Plevris. I turisti che si recano in Grecia sono già stati esentati dalla necessità di registrarsi sul sito web del governo prima di entrare nel Paese, ma i certificati di vaccinazione o test avversi continueranno a essere obbligatori per chiunque si rechi in Grecia in vacanza. Dal 1 maggio al 31 agosto, inoltre, l’energia e l’efficienza energetica di tutte le aree torneranno al 100%.

Responsabilità di mostrare certificati di immunizzazione o cura di una malattia o un test negativo di l’accesso alle aree chiuse sarà completato tra il 1 maggio e il 31 agosto. In effetti, le epidemie sono racchiuse tra parentesi. Ed è l’ora legale, necessaria grazie alle attività esterne per risanare il bilancio del settore turistico, messo in ombra dallo stato di emergenza.

Plevris ha affermato alzando l’obbligo per i viaggiatori del certificato digitale europeo Covid-19 ( Le basi del green pass ) di entrata sarà testato in futuro. In soffitta vanno anche le multe per chi non è vaccinato: sospesa la quota di 100 euro per i cittadini non vaccinati con più di 60 anni.

Il tempo stringe, i profughi ucraini stanno “salvando” hotel e spiagge: questo accadrà in estate.

Pasqua, rotte di viaggio dall’Europa agli USA (attenzione al periodo del Green Pass)




Aggiornato: giovedì 14 aprile 2022, 19:37



© LA PRODUZIONE È STATA SALVATA