Vai al contenuto

“Presto per fallire”. “Lo farai anche tu”. Russia-UE ad alta potenza energetica

La Russia è a un passo fallimento. Le sanzioni imposte alla nazione di Putin dopo l’invasione ucraina mettono in ginocchio ogni giorno l’economia russa. E il gas, in queste circostanze, non potrebbe funzionare come un paracadute, almeno non da solo. “Il fallimento della Russia è una questione di tempi“, ha affermato il presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen in un’intervista a un quotidiano tedesco Foto.

“Esportazione inferiore al 70%”

E il motivo è chiaro: sanzioni imposte da Ue e Paesi Nato, ogni settimana,”per farsi strada più a fondo nell’economia russa: per esportare in Russia cade del 70%”, ha dichiarato il presidente. La maggior parte delle 700 compagnie aeree russe ha perso le licenze per mancanza di privacy e aggiornamenti software mentre centinaia di grandi compagnie e migliaia di esperti”lasciando il paese“, sottolinea von der Leyen, affermando che”secondo le attuali stime, la produzione interna totale in Russia diminuirà dell’11%“In breve, un crollo completo ma tardivo a Mosca e il suo presidente sono determinati a continuare il conflitto ucraino per raggiungere l’obiettivo finale e il minimo rimasto”.Con questa guerra – ha osservato il Presidente della Commissione Europea – Putin resta distruggere e il suo paese e il futuro del suo popolo“.

“Conferma come dici tu…”

Il popolo russo, scherzando su questo argomento e pienamente consapevole che la verità si trova nell’essenza stessa del fallimento, non esiste e prova ad attaccare verbalmente, spiegando che le imperfezioni della Russia”può trasformarsi in un default europeo. Sia il comportamento che, forse, il materialismo“: è stato l’ex presidente russo a parlare di Dmitrij Medvedev, ora vice capo del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa, ha risposto a Ursula von der Leyen nel Telegram sul fallimento della Russia. “Va bene allora, provalo“, scrive Medvedev secondo un rapporto di Tassin seguito ha accusato il presidente della Commissione europea di complottare per sprofondare a Mosca dicendo “il piano segreto di Bruxelles degli studiosi“Domanda, aggiungi”non si tratta più della sofferenza di persone stanche, non della fine di una forza militare speciale, non della tanto attesa pace in Ucraina, ma del fallimento della Russia.“Riguardo alle possibili conseguenze dell’Europa, l’ex presidente russo ha avvertito che il sistema finanziario dell’Ue non sarebbe del tutto stabile e che le sanzioni alla Russia potrebbero portare a prezzi più alti”.i cattivi russi non potevano più essere incolpati“.

“Olio in frasi”

Mentre i russi leccano le ferite dell’economia, von der Leyen ha aggiunto alla dose spiegando che stanno lavorando per sviluppare modi più intelligenti per “io petrolio possono essere inseriti anche nella fase successiva delle sanzioni“, ha detto ai tedeschi Foto sul sesto pacchetto di sanzioni dell’UE contro la Russia. Come si realizzerebbe? Ovviamente riducendo le entrate di Putin. Tuttavia, il petrolio è venduto in tutto il mondo. “Quello che non dovrebbe succedere è che Putin stia addebitando prezzi esorbitanti per altri mercati all’Unione Europea“Ha chiarito von der Leyen, aggiungendo che il settore bancario sarà tra gli obiettivi delle nuove sanzioni”, ha affermato.soprattutto a Sberbank, da sola rappresenta il 37% del settore bancario russo“.