Vai al contenuto

Sabato 2 aprile 2022 – AlessioPorcu.it

Su e flop. Fatti e protagonisti delle ultime ore. Capire cosa sta succedendo e cosa aspettarsi questo sabato 2 aprile 2022

Su e flop. Fatti e protagonisti delle ultime ore. Capire cosa sta succedendo e cosa aspettarsi questo sabato 2 aprile 2022.

SU

ELIO VITO

Elio Vito (Foto: Stefano Carofei © Imagoeconomica)

Voleva solo fare un classico”pesce d’aprile“, annunciando la sua partenza da Forza Italia e l’adesione al Pd. Sui social tutti hanno capito che era uno scherzo, ma nel mondo politico non lo è. C’è anche chi è arrabbiato.

Quanto a Elio Vitoesperto parlamentare “verde”, deciso La politica ha persino perso il suo stigma. Hai ragione. Inoltre, si pensava che la sua partenza da Forza Italia avesse assunto diverse posizioni negli ultimi mesi. Ha anche sottolineato: “Aderisco alla fondazione, non sono sempre al top”.

In ogni caso, una volta è apparso “Pesce d’aprile”. un’ulteriore battuta d’arresto per la classe politica italianache li prende molto sul serio in ogni occasione.

Storia.

BEPPE GRILLO

Beppe Grillo (Foto di Paolo Cerroni © Imagoeconomica)

È stato lui a suggerire un cambio di comunicazione con il presidente a cinque stelle Giuseppe Conte. Beppe Grillo è un personaggio televisivo: ha condannato la comunicazione “debole” dell’ex presidente del Consiglio con lui..

Così ha deciso di intervenire: niente giacca e “pochette”, maniche di camicia. Nessuna voce ferma e neutralità, entusiasmo extra e strati inchiodati al tavolo secondo necessità. Conte lo ha ascoltato e ora bisognerà vedere come… risponderanno i sondaggi.

Dopotutto, nella politica italiana ora conta solo un voto. Ma il fatto che Conte stesse ancora ascoltando Grillo significa questo per Five Stars c’è bisogno di ripartire a un anno dalle elezioni politiche, solo quelli veramente interessati ai pentastellati. Per questo il fondatore ha deciso di sforzarsi.

io sono il manager.

FLOP

ULUIGI DI MAIO

Luigi Di Maio. (Foto: Saverio De Giglio / Imagoeconomica)

Il focus è sul ruolo del Ministro degli Esteri nell’Organizzazione era completamente solo nell’atto a tenaglia di Giuseppe Conte e Beppe Grillo.

Cinque stelle e quattro stelle iniziò a ritirarsi dal Partito Democratico e Conte disse a Letta che il pentastellato non era un ramo della Democrazia. La nuova linea politica vuole dividere il Movimento e cercare di ripristinare lo spirito del “barricadero” guardando alle elezioni politiche. Questo porterà alla fermezza di Conte nella politica di ignorare il confine del doppio mandato.

Significa Luigi Di Maio e tanti altri saranno costretti a mesi di negoziazione e mitigazione politica all’interno del Movimento.

All’angolo.

BERLUSCONI-TAJANI

Antonio Tajani e Silvio Berlusconi Foto © Imagoeconomica

In altre parole, Forza Italia continua a dire che non vuole creare problemi al governo del presidente del Consiglio Mario Draghi in questo momento. Ma i fatti sono diversi.

Lo ha chiesto (non solo) il fondatore e leader Silvio Berlusconi La possibilità di votare nuovamente lunedì 13 giugno deve essere estesa ai referendum. I riferimenti sono quelli della Lega sulla Giustizia.

Siamo ancora in materia di Giustizia, numero due per Forza Italia Antonio Tajani ha chiesto a Draghi di non essere fiducioso nelle misure che sarà preso in considerazione dal Parlamento nella revisione del CSM. Chiarire che diversi punti del testo devono essere migliorati. Tuttavia, ciò significherebbe perturbare la struttura di riforma di Cartabia. Con una questione importante come la giustizia Forza Italia è pronta a dividere gran parte della maggioranza e soprattutto dalla linea del presidente del Consiglio Draghi. Per quanto riguarda l’elezione del Presidente della Repubblica.

Unione flessibile.