Vai al contenuto

Sabato prossimo 9 aprile è in programma al Teatro Metropolitano di Catania una mostra dedicata a tutti i costruttori del Ponte di Genova.

Sabato prossimo 9 aprile è in programma al Teatro Metropolitano di Catania una mostra dedicata a tutti i costruttori del Ponte di Genova.

A Catania risiede il “Ponte Mille”, mostra dedicata agli operai che costruirono il Ponte di Genova durante la registrazione in Italia. Un buon esempio di collaborazione tra uomini e donne, tra professionisti e imprese, tutto il servizio cittadino è rimasto ferito nel crollo del ponte Morandi.

“Il Mille del ponte” nasce in questo modello di determinazione. L’idea di Pietrangelo Buttafuoco è stata scritta da Massimiliano Lussana ed è diventata un caposaldo della formula teatrale delle canzoni.

La storia nelle “stazioni” vede protagonisti l’artista e attore Mario Incudine, il chitarrista e mandolinista Manfredi Tumminello, il polistrumentista Antonio Vasta, specialista degli strumenti popolari siciliani, e il contrabbassista Pino Ricosta.

Attraverso video e musica, gli artisti racconteranno le storie di chi ha costruito il ponte: dai saldatori al Renzo Piano, dagli ingegneri all’ultimo lavoro di armatura, l’uomo che ha stretto l’ultimo bullone.

“Quando ho raccolto le testimonianze di questi lavoratori – racconta Massimiliano Lussana – sono rimasto colpito e colpito dalla bellezza del loro lavoro, ho capito la grandezza non solo dell’ingegneria e dell’ingegno di questo ponte, ma soprattutto della sua potenza di metafora italiana .è il nostro Paese, la costruzione di un nuovo ponte era la più alta e abbiamo voluto raccontarlo alla volontà della storia di Annales, non ai potenti, ma a ogni singola opera: “siamo un vaso per il grano. che lo faremo riuscire a renderlo un po’ più interessante per il pubblico in sala”.

La mostra è una ricompensa per il personale e la mente italiana proprietaria della cattedrale rinascimentale 4.0 sul ponte nuovo.

I momenti commoventi e le lacrime si scambiano con risate inarrestabili in un viaggio che inizia dal personale nuziale di Bridge, passando attraverso mezzi tecnologici come le segretarie, che hanno fatto un record mondiale di prevenzione degli sfratti sotto i ponti, oltre la storia del “Bridge of Light” , unico nel suo mondo di bellezza architettonica e tecnologia e volti umani sulle note di canzoni da Goldrake agli occhi di gatto.

E così, spesso con musiche raccontanti ed esilaranti, la storia di Genova e di ciò che Genova, città e abitanti fatta di mille pietre di ferro incontrano e si ritrovano nel migliore dei modi solo in difficoltà.

E poi un viaggio in Sicilia, un territorio spesso dimenticato da Roma che promette sempre, ma in realtà offre ben poco e nessun ponte sul buco come metafora di tutto questo.

Tornando alle vittime di Morandi e del Covid in un finale divertente ed emozionante la serie “La storia” di Francesco De Gregori, un racconto sull’Italia degli ultimi tre anni in un crescendo di emozioni che ha conquistato tutto il pubblico italiano che ha assistito allo spettacolo, da Nervi a Mororgantina a Genova.

La mostra, prodotta da ASC Production e patrocinata dal Comitato Distrettuale Notarile della Sicilia, è in programma al Teatro Metropolitano di Catania sabato 9 aprile 2022 alle ore 21:00.

Visita: 34