Vai al contenuto

sciopero della carenza di cibo. 100 ospedali di emergenza costruiti

Hanno chiesto un’elezione Covid zero in Cina. I cinesi sono sul punto di debellare il virus attraverso chiusure sistematiche e rigorose che comportano sacrifici ma anche la morte di attività economiche. Il livello di insoddisfazione, tuttavia, è in aumento. Ci sono problemi logistici importanti: tutte le aree in cui cibo e altri prodotti sono fuori portata. A Shanghai, dove sono intrappolati 25 milioni di cinesi, le persone scendono in piazza per protestare e per cercare cibo. In un servizio trasmesso dalla Cnn, il coordinatore afferma che ci sono proteste ed esacerbazioni come i malati di cancro che dovranno recarsi in ospedale per la chemioterapia e, d’altra parte, potrebbero non poter uscire di casa.

I social media hanno caratterizzato scene di bravi ragazzi che rompono con i loro genitori. La notizia ha suscitato molto clamore sul fatto che le autorità di Shanghai siano state costrette a modificare le regole per consentire a un piccolo numero di genitori non negativi ai tamponi di stare con i propri figli in un ospedale di isolamento. Ci sono anche dimostrazioni di adulti che camminano nel cortile, vengono rimproverati da funzionari del governo e indossano tute per prevenire l’infezione.

Quanti contagi ci sono in Cina? Ieri solo Shanghai ha riferito 1.015 nuovi casi di Covid-19 confermati e 22.609 asintomatici, tutti distribuiti localmente.. Nel frattempo, continuano le massicce spazzature in tutta la città. Nella sola Lazio, diciamo, ieri le novità sono state 6.849.

Tuttavia la Cina non vuole restare irrisolta. Shanghai ha costruito più di 100 ospedali di emergenza Covid-19 con oltre 160.000 posti letto. Lo ha annunciato oggi il governo locale in una conferenza stampa. Ci sono anche otto ospedali identificati con oltre 8.000 posti letto nel centro della Cina e alcuni saranno operativi durante il fine settimana.

Gli Stati Uniti non incoraggiano i viaggi in Cina. La proposta è arrivata poche ore fa dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti in relazione a una nuova ondata di contagi da Covid-19 e difficile politica cinese per coglierne la diffusione. L’invito alla popolazione locale è di “riconsiderare il loro accesso alla Repubblica popolare cinese per l’uso illegale delle leggi nazionali e delle restrizioni relative al Covid-19”, “non viaggiare” nelle province di Jilin, Shanghai e Hong Kong per Covid-19 -restrizioni relative, tra cui il rischio che genitori e figli possano essere separati».

Nell’ex colonia britannica che cresceva nell’orbita di Pechino, è stato segnalato “uso illegale delle leggi locali”. “Viaggi volontari” autorizzati per ambasciate non consolari a Shanghai e familiari. La città è tra le più colpite da una nuova ondata di infezione e città di Shenyang al ChangchunCina nord-orientale.

Polizza Covid zero

Elezione, cinese. Scelte per combattere il virus molto ingannevole attraverso politiche che limitano la libertà e colpiscono il settore privato e i cittadini. Il drone di passaggio tra gli edifici cinesi, di notte, spiega ai residenti il ​​preciso comando: «Vi preghiamo di rispettare le restrizioni Covid. Guarda al desiderio di libertà della tua anima. Non aprire la finestra e non cantare.’ Anche in Cina, andare al balcone a cantare era un altro modo per creare una comunità. E per protestare contro il regime Covid zero eletto dal governo cinese.

Nelle precedenti ondate di Covid, un programma di test di massa e reinsediamento per brave persone, con chiusura parziale e restrizioni alle frontiere, sono state in grado di superare la diffusione del virus. Omicron e i suoi sottotipi hanno interrotto questa strategia. La variante Omicron si sta chiaramente muovendo più velocemente dei metodi di controllo progettati dalla Cina.

© LA PRODUZIONE È STATA SALVATA