Vai al contenuto

Scissione, fine anno

La recensione dell’ultima stagione di Scissione (Severance, episodio 1×09), su Apple TV+ l’8 aprile, rende omaggio allo standard televisivo generale e rivela molto sui personaggi, ponendo per la seconda volta nuove domande.

Divide: uno spettacolo di fine stagione

Ci divertiamo come bambini che escono dal negozio di caramelle con bei vestiti, dopo aver visto e mentre scrivono l’ultima recensione della Stazione (Secessione, comma 1×09), ss Apple TV+. Un epilogo che chiude in grande stile le trame e le tracce che si sono diffuse negli episodi precedenti, alza l’asticella velocizzando la storia e strizza l’occhio nel serial classico, e per fortuna sappiamo già che non ci lascerà senza risposte, visto . che l’elenco ha ricevuto maggiore fiducia nella piattaforma e aggiornamenti per la seconda volta. Vi avvertiamo subito: potrebbero esserci degli spoiler nello studio che imparerete se non avete ancora visto la fine.

Tempo vero

Scissione 1X09 Michael Chernus Adam Scott

Divide: uno spettacolo di fine stagione

L’ottavo episodio si chiude con Dylan (Zach Cherry) che fa rivivere il “risveglio speciale” dei colleghi esterni di Mark (Adam Scott), Kelly (Britt Lower) e Irving (John Turturro). Il momento che stavamo aspettando quasi dall’inizio della stagione, quando siamo stati presentati ai misteriosi dipendenti della Lumon Industries i cui cervelli erano divisi tra la loro performance personale “io” e “io”, senza avere alcun ricordo di loro. altri, dividendosi così in due persone; quasi partner, esterno e interno, che ci ha ricordato che il serial del gioiello purtroppo non è ancora pubblicato in Italia come Counterpart. Dopo diverse vicissitudini, ecco i protagonisti che finalmente ricordano, e quanto sia potente la memoria quando è importante che i personaggi sappiano quale parte gli spettatori già conoscono, e la parte che scopriranno con loro, saltando sul divano. È come aprire un vaso di Pandora e devi affrontarne le conseguenze perché niente può essere più lo stesso. Mark, in una serie di rivelazioni gravide, scopre che sua moglie Gemma (Dichen Lachman) è viva e lavora misteriosamente all’interno dell’azienda. Ok”È vivo“pianse e quasi si strozzò prima di perdere la memoria e ricordarcelo di nuovo”Non la barca di Penny“da Charlie alla fine della terza stagione di Lost, e soprattutto dal duo Desmond-Penny. Rispettare le leggi. Scienza (computer) e fede (la “setta” di Kier apparentemente il fondatore dell’azienda, il valore e il metodo operativo di Eagan) .

Scissione, recensione: Tutto lavoro e niente gioco…

Un omaggio alla televisione di livello mondiale

Dividendo 1X09 di John Turturro

Divide: uno spettacolo di fine stagione

Il risultato è che, come l’ultima tradizione della TV globale – realizzata in passato da Apple TV + – fa schifo e rilascia molte rivelazioni, apre nuove porte e ne lascia aperte molte. Insieme alla vera identità di Kelly, in realtà è la figlia del presidente dell’azienda, Eagan. Lui stesso nella forma del Boss Undercover ha voluto mettersi nei panni di un dipendente diviso per dimostrare al mondo che era una pratica che poteva portare benefici; quindi finisci nel punto di vista opposto e vuoi distruggerlo dall’interno fino all’ultimo pezzo. E la signora Selvig (la pessima Patricia Arquette che non può accettare che ciò a cui si è dedicata per il resto della sua vita stia andando in pezzi) in realtà è la signora. di quella svolta alla fine della prima stagione di un altro show thriller di spionaggio. Nel momento in cui Marco lo chiama inconsapevolmente con il cognome sbagliato, la miccia di gioia e paura è causata dal pubblico che si rallegra chiaramente nella rivelazione della verità e prega affinché possa essere ostacolato per sempre. Rivelando le verità dei personaggi — Irving scopre che dipinge sempre una stanza che non dovrebbe conoscere, che abbiamo visto Gemma rinchiusa. Il rapporto tra lo spettatore e i personaggi si sta avvicinando a questa serie e in questa esplosione, come nelle migliori lezioni di Hitchcock, si aggiunge allo stress narrativo mentre i personaggi scoprono qualcosa su se stessi o su Lumon.

10 serie TV per guardare Apple TV +

Premi sull’acceleratore

Scissione 01

Split: serie di foto di Apple

Velocità, velocità e lentezza nella prima metà della stagione, ha accelerato negli episodi successivi e qui ha finalmente raggiunto il suo apice: per quanto ben controllata l’ansia narrativa e il picco narrativo che portano a rivelazioni una dopo l’altra, prenditi il ​​tuo tempo, non si può non rendersi conto che il copione di Dan Erickson preme sull’acceleratore, perché non c’è più tempo da spendere, e i protagonisti-eroi hanno minuti con i numeri per conoscere quelli all’esterno e fare la differenza. Il tempo è esattamente il tema più importante dell’ultima stagione della stagione, in realtà il tempo. Il tempo è tutto nella vita, nel lavoro e nella vita personale, e spesso lo leggiamo con amarezza dell’amore e tra i nostri colleghi. Siamo quello che siamo, come l’ultimo articolo e un libro scritto dal fratello di Mark Ricken (Michael Chernus), che spesso è visto come una nuova era e sorprendentemente il motivo del suo “risveglio” perché quando guardiamo. in un oggetto o nella persona i cui occhi ci appaiono improvvisamente diversi. La fine della Missione non ci ha regalato solo il meglio dei due mondi: la confusione e le emozioni di John Turturro, il volto del poker Britt Lower che ha potuto indossare così velocemente da capire chi fosse il pezzo e cosa avrebbe detto. durante un colloquio con gli azionisti – ma anche con un eccellente comparto tecnico. Non sono solo le immagini che alla fine respireranno e diventeranno un po’ claustrofobiche, con la fotografia, ma con la direzione di Ben Stiller per lo più in soggettiva rappresentano personaggi come androidi appena resuscitati, senza memoria e che devono essere usati. nel mondo estero. Come come ci sentiamo di uscire di nuovo alla “fine” dell’epidemia, una sensazione di confusione mista ad eccitazione. Chissà cosa racconta questa serie sull’attualità, sulla nostra terra e ambiente di lavoro, le due realtà e identità che sono sempre in grado di equilibrarsi e dividersi e sono causa di divisioni e conflitti nelle famiglie e nelle relazioni amorose.

Decisioni

Non possiamo che concludere il nostro studio sulla fine della Missione (Severance, sezione 1×09) presentato da quanti scrittori, attori e staff sono saliti sul palco, rendendo omaggio allo standard televisivo generale (Lost, Counterpart) e gestendo lo stress nel migliore dei modi modo possibile. la storia e il climax dalla rivelazione della verità ai personaggi principali, faccia a faccia con la loro vera identità. Felice per gli spettatori che sono più vicini ai personaggi, che conoscono alcune rivelazioni e che ne troveranno altre con loro. Questo grazie al ritmo minimale e al ritmo vivace, senza tradire lo stile dello spettacolo.

Perché lo adoriamo

  • La velocità è veloce e raggiunge il suo picco.
  • A Gift to Lost con Counterpart e la TV in generale con un finale ricco di rivelazioni e tante nuove domande.
  • La guida soggettiva di Ben Stiller che ci fa entrare nella mente dei personaggi e nel loro “risveglio” come se fossero androidi.