Vai al contenuto

Secondo quanto riferito, la Rai scagiona Ranucci da dosi e accuse sospette: “Nessuna risposta”. E lunedì 4 aprile la trasmissione è tornata in onda

Dopo mesi di avvelenamento contro un giornalista e un’emittente Sigfrido Ranuccipronto per ricominciare Rapportoche tornerà in aria Lunedì 4 aprile su Rai3. E si ricomincia a depositare le accuse più gravi, quelle causate dalla nota trasmissione di quella pagare per determinate fonti scambio di materiali da collocare al centro dei media di ricerca. “Il rapporto non ha ricevuto un rapporto“, scrive oggi la Rai in un articolo sulla chiusura diAudizione interna. Informazioni sui messaggi aperti WhatsApp se lo stesso conducente di Rapporto scrivere ad altri membri e Commissione Amministrazione Parlamentare della Rail’azienda chiude l’evento con formale richiamo al rispetto del codice etico e responsabilità etiche. “Sono orgoglioso del mio audit, che ha messo in ordine tutti i conti”, ha detto Ranucci, che si è preso la responsabilità della sua memoria. Ma l’attacco non si ferma, e se ti dai Italia Viva supporta Luciano Nobili chiede “quale onestà Ranucci potrà continuare a dirigere i Rapporti”, i militari e commissario di governo della Rai Antonio Ruggeri promette: “Mi incontrerò in tribunale, anche se l’azione pubblica, che sarà utile in questa inchiesta Rai”.

“Sì, naturalmente completato l’istruttoria dell’Internal Audit in una relazione relativa a Sigfrido Ranucci. In merito alla ricezione delle denunce di video mal pagati e lavoro di dosaggio, dopo attento e tempestivo esame degli anni 2013-2021, la segnalazione non ha ricevuto alcuna conferma”, scrive Rai nell’articolo. Sono tutti privi di fondamento, spiega, libera il vicedirettore di Rai3 Ranucci, che dal 2017 conduce il Report, con l’intero team al lavoro sul processo. “sono così orgoglioso su come è stato svolto il lavoro di analisi statistica del Rapporto. L’audit e l’Anti-Corruzione del Dr. Gandini sono stati molto severi. Vedranno 10 anni di Report storico mettono tutti i conti in ordineperché ho sempre pensato che questo modo di guidare fosse un modo per onorare un cittadino che paga un canone”.

Tutto è iniziato all’inizio del 2020, quando il Report sarebbe stato pagato Società lussemburghese per preparare i rapporti contro il leader italiano Viva, Matteo Renzi. Incidenti sospetti, secondo Ranucci, che di recente ha dichiarato: “A dicembre 2020 sto indagando. AlitaliaRenzi, il suo rapporto con Etihad Certo Aeronautica, e il 2 febbraio 2021 è arrivata la prima falsa dose per accusarlo di aver pagato una società lussemburghese per imballare articoli anti-Renzi. Poi il 3 maggio è andato in onda un articolo in un incontro tra Renzi e un ex agente dei servizi segreti Roberto Mancini e Italia Viva riprende lo stesso dossier, dove inizia la giungla delle domande». Arabia e il 24 una lettera del Governance Board. Chissà se è normale che vengano usate delle dosi contro i giornalisti, al solo scopo di sospenderle o sostituirle”. Oggi la Rai mette una penna sul giornale che non c’è accusa insolita, o installazione impropria contro la classe politica italiana.

In merito al sollecito ufficiale dei messaggi di Ranucci via WhatsApp, inviati espressamente a parlamento e funzionari amministrativi di Rai Antonio Ruggeri (Forza Italia) e David Faraone (Italia Viva), l’interessato ha dichiarato che «beh, chi sbaglia paga. Come sempre, mi assumo la responsabilità di quello che faccio. Sarebbe bello se lo facessero tutti quando sbagliano”. La comunicazione tra Ranucci e il parlamento è iniziata lo scorso novembre, dopo l’insediamento del senatore Faraone. Discussione alla Commissione con lettera anonima che accusa Ranucci di molestie sessuali e molestie ai colleghi.. Questa lettera, che i vertici aziendali hanno già deciso di non seguire nei prossimi mesi, sarà oggetto di un altro audit interno per il coinvolgimento di Farone e dei suoi colleghi. Ma il test ha descritto tutte le accuse come infondate: “Non avevano risposta”, ha detto l’ad della Rai. Carlo Fuorte. Tuttavia, le gravi accuse della lettera e la volontà di renderla pubblica hanno messo in libertà vigilata Ranucci, ferito in un’area privata, ha scritto al parlamento. “Per quanto riguarda il contenuto dei messaggi scambiati ei membri della Commissione Parlamentare per la Leadership e la Regolazione dei Servizi Radiotelevisivi, Società., a causa di violazioni del Codice Etico e valutazione casi, si è recato alla memoria ufficiale del dottor Ranucci per esaminare l’etica e la condotta dell’azienda, nonché l’etica. Servono giornalisti di servizio pubblico”, scrive Viale Mazzini in un articolo sull’Internal Audit.

“Una decisione importante: la Rai lo conferma e lo afferma un’accusa da parte del tribunale di trasparenza e legittimitàSigfrido Ranucci, ha espresso il suo pregiudizio politico e il tono minaccioso, violando così il codice di condotta Rai e il codice di condotta per i giornalisti Rai, e di fatto condannandolo”, è il giudizio di Ruggieri nell’appello di Ranucci. nel racconto del vice Nobili: “Anche la Rai , dopo un lungo silenzio, si accorge che Ranucci ha violato il codice di condotta e le regole aziendali e risponderà alle minacce pubbliche al parlamento. Ma quale lealtà Ranucci ora dirigerà il Report? Come può andare avanti come se nulla fosse? «Ma in un’indagine interna che ha confermato che non è stato effettuato alcun pagamento improprio, e non ci sono decine di migliaia di dossier in mano al Report – lo aveva già smentito Ranucci, rilevando che nei messaggi a Ruggeri aveva citato molte segnalazioni che avevano apparso in precedenti rapporti. arriva e che il Rapporto non si applica, senza citare il dossier – no comment dagli attori.