Vai al contenuto

Si ritiene che dopo 2 anni valga 10.000 euro sotto il letto, oltre a tutti questi rischi spesso dimenticati.

Ci stiamo muovendo velocemente verso un’economia che non ha telecomunicazioni, cioè che controlli i pagamenti usando i soldi dell’elettricità. Tuttavia, d’altra parte, la scelta di alcuni cittadini di guadagnare denaro è comune. D’altra parte, non è raro (o segreto) che le persone tengano i soldi nelle loro case. Quasi sempre questi piccoli numeri sono mantenuti in buona fede a scopo preventivo. In caso di emergenza e/o necessità improvvisa, il denaro è immediatamente disponibile senza l’obbligo di recarsi in banca per prelevare.

In tempi di inflazione, tuttavia, questa opzione può essere agrodolce e costosa. Leggendo i dati del bollettino economico della Banca d’Italia (BdI), infatti, è sorprendente come 10.000 euro valgano sotto il cofano dopo poco tempo.

Dati recenti della Banca d’Italia

In una recente stima della Banca d’Italia, i dati sulla possibile inflazione nei prossimi 24 mesi. Le cifre danno il freddo, anche perché siamo dell’età dell’inflazione bassa o negativa (2020).

Il proiettile BoI considera 3 diversi scenari: uno ottimista, uno moderato e peggiore. Conversione significa 3 casi rispettivamente di valore basso, medio e alto.

Nel caso di una rapida risoluzione delle controversie in Ucraina (una situazione promettente), il tasso di sopravvivenza nel 2022 potrebbe essere del 4% nel 2022 e dell’1,8% nel 2023.

A medio termine (guerra a lungo termine), il costo della vita dovrebbe aumentare del 5,6% quest’anno e del 2,2% l’anno prossimo.

Infine, abbiamo lo scenario peggiore, basato sull’interruzione del flusso di gas russo come parte di altre fonti. L’inflazione in questo caso sarà vicina all’8% entro il 2022 e al 2,3% l’anno prossimo.

Si ritiene che dopo 2 anni valga 10.000 euro sotto il letto, oltre a tutti questi rischi spesso dimenticati.

Secondo i libri di testo di economia, anche le opzioni di regolamento del debito hanno un costo. Ovvero l’opzione risparmio a scapito della forma liquida in termini di perdite da interessi attivi (in alcuni casi fino al 2,395%). Tuttavia, con l’attuale aumento dei prezzi, ci sono anche i costi dolorosi della perdita di potere d’acquisto.

Facciamo due semplici calcoli per stimare l’impatto dell’inflazione in due anni. Consideriamo il caso di un salvatore che, in buona fede, trova 10 euro nascosti in una casa.

Nella peggiore delle ipotesi, quelle detrazioni annuali potrebbero costare 9.200 euro, ed entro la fine del 2023 circa 8.990 euro. A medio termine, tuttavia, tali risparmi possono arrivare fino a $ 9.440 e € 9.230 dopo 12 e 24 mesi.

In entrambi i casi c’è un riferimento al valore effettivo della moneta, non al valore nominale della parola. Cioè sulla carta costano sempre 10mila euro, permettendo di fatto di acquistare meno di prima.

Costa più di quanto pensi di avere soldi nascosti sotto un materasso

Oltre alla perdita di reddito (interessi) e alla perdita di inflazione, la scelta di ripagare i debiti pone altri rischi. Il primo tra tutti il ​​possibile furto, prima di ogni tasso di inflazione resterà uno svantaggio minore. A tal proposito, abbiamo visto quali possono essere i 5 posti migliori in cucina per nascondere soldi e proteggersi dalle persone cattive.

Per legge, non esiste una regola su quanti soldi puoi avere in casa e fuori casa. I limiti si applicano solo ai pagamenti in contanti.

Tuttavia, essere scoperti con molti soldi dentro o in casa può portare alla ricerca. Discorso ancora più legittimo nel caso di numeri diseguali rispetto allo stipendio e/o potenziale cittadino. O nei casi in cui non vi sia alcuna prova della natura dell’importo.

In conclusione, è meglio investire in attrezzature facilmente eliminabili con interesse effettivo e interesse a breve termine, come abbiamo già visto.

I risultati delle previsioni in questo articolo si basano sulle statistiche riportate negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa e sono analizzati sulla base dello storico del valore attuale. (Vi ricordiamo inoltre di leggere attentamente le avvertenze su questo articolo e le responsabilità dell’autore, che possono essere discusse OMS “)