Vai al contenuto

“Sono orgoglioso che il mio progetto sia in corso” – Sanremonews.it

Combattere gli incendi. Dopo due giorni di formazione/conoscenza del progetto MEDcoopfire, che fa parte del progetto strategico MedStar, si è svolta oggi un’operazione transfrontaliera. Si è trattato di un’esercitazione pilota all’Olivetta S. Michele, una prova di sistemi di intervento antincendio artificiali. Sono molto orgoglioso di questo progetto, che ho costruito nel 2018 con una squadra strepitosa composta da Anci Liguria, un interlocutore fedele e talentuoso, la fondazione di Cima, la sua grande competenza scientifica che posso ammirare, i Vigili del Fuoco, che ho grazie due volte. con lavori straordinari effettuati dal 2017 ad oggi per ricostruire il sistema AIB regionale dopo l’abolizione del Corpo Forestale dello Stato. Un ruolo importante in questa squadra è stato svolto dai volontari AIB più preziosi e necessari, che hanno lavorato duramente per il successo del progetto. Il lavoro ha compreso l’utilizzo di software appositamente progettati, l’utilizzo delle attrezzature acquistate e l’implementazione della formazione prevista dal progetto INTERREG che ha visto partner provenienti da Liguria, Toscana, Sardegna, Corsica e Regione Sud. comando: segnalare al Numero di Emergenza 112 la presenza di fumo in un’area boschiva al confine con la Francia; NUE ha aperto la Sala Operatoria dei Vigili del Fuoco provinciali che invia un funzionario qualificato al Direttore dei Vigili del Fuoco; il SOP notifica i Volontari Incendi Forestali competenti e notificato alla Sala di Lavoro Permanente; Il DOS garantisce la presenza di incendi transfrontalieri e richiede l’intervento di vigili del fuoco e volontari con moduli di prevenzione incendi boschivi; è richiesto il dispiegamento di velivoli locali e il supporto tecnico per la Fondazione Cima attraverso un ampio software creato grazie al progetto; SOP informa le autorità francesi e la Sala di lavoro regionale di pubblica sicurezza; sono stati presi contatti con il sindaco di Olivetta San Michele ed è stata avvertita la Prefettura; sul sito è aperta la caserma dei Vigili del fuoco dell’UCL (Unità di comando locale) con supporto del personale e topografia utilizzata per i soccorsi; La Francia sta riprendendo le operazioni di soccorso e invia squadre SDIS 06 e Force 06 nell’area e dispiega agenti di comunicazione; SAPR (Remote Pilot Systems) è il fulcro dei Vigili del Fuoco e la base Cima è aperta all’utilizzo dei droni; volontari in attesa dell’arrivo di un elicottero locale che preparano un carro armato mobile, acquistato dal progetto, in prossimità di una fonte d’acqua per rifornire l’aeromobile; Sul versante italiano sono in corso le operazioni antincendio con uomini a terra, con i mezzi già provvisti di prototipo e progetto integrati. Il ‘Tracciolino’ è fatto per prevenire la propagazione del fuoco; nel Posto di Comando Avanzato allestito presso l’UCL, italiani e francesi concordano un piano di intervento dandone comunicazione al preposto alla caserma dei vigili del fuoco e alle apposite sale operatorie; L’aereo fornisce una serie di raccomandazioni, cattura accuratamente le fiamme progressive e utilizza telecamere di imaging avanzate, nonché fluidi ritardanti; esperti di riforma agraria, formati a progetto, stanno lavorando; evacuato un elicottero locale e smantellata la cisterna antincendio; al termine dei lavori di restauro viene comunicato l’estinzione dell’incendio sia sul versante italiano che su quello francese e contestualmente vengono avvisate tutte le sale operatorie, le prefetture ed i comuni interessati. Si comprenderà quanto possa essere difficile il controllo del fuoco, ma il sistema regionale ligure è buono ed efficiente, come è stato ampiamente dimostrato in passato ed è ora rafforzato dalla cooperazione di confine con i francesi. Un altro passo avanti per un programma AIB continuo, efficiente ed efficace. Ieri ho partecipato ad un workshop con l’assessore comunale Mabel Riolfo, il sindaco di Airole Maurizio Odoero e il sindaco dell’Olivetta Adriano Biancheri ringraziandomi per la gentilezza.”.

Lo afferma il leader del partito locale Stefano Mai (Lega).

CS