Vai al contenuto

“Sono un ispettore”, iniziano gli incontri specialistici a Salerno

Il Collegio Provinciale degli Esaminatori e degli Assessori Attuati di Salerno, presidente Felice Di Salvatore, organizza da martedì a venerdì 8 aprile 2022 presso la Stazione Marittima di Salerno, “Ho mal di gola. Incontri e lavoro”.

La cerimonia

Il taglio del nastro e la cerimonia di apertura del ricco programma avverrà domani, martedì 5 aprile, alle ore 9, alla presenza di Vincenzo Napoli Sindaco di Salerno, Michele Strianese Presidente della Provincia di Salerno, Gianvittorio Rizzano Direttore dell’Assessorato agli Affari Pubblici. Ingegneria Università degli Studi di Salerno. La campagna si svolge sotto gli auspici del Consiglio Nazionale dei Ricercatori e del Dottorato, Cassa Geometria e Collegi Provinciali di Avellino, Benevento, Caserta e Napoli, e della Regione Campania, Comune di Salerno, Provincia di Salerno. I quattro giorni di attuazione hanno ispirato il riconoscimento che il Collegio, in qualità di garante delle arti, delle competenze e dell’etica dei suoi membri, ha la responsabilità di rivolgersi al mondo esterno, al fine di garantire la progettazione del “Surveyor” nel PNRR ( Piano Nazionale di Riabilitazione e Riabilitazione). Allo stesso tempo, poiché i valutatori non si collegano direttamente con le istituzioni e dialogano con altri professionisti, è necessario che si prendano cura della propria formazione e delle opportunità offerte dal mercato, per portare avanti efficacemente il futuro.
Per questo, come attori, vogliono condividere alcune delle questioni e dei problemi più difficili dell’ambiente istituzionale, come il ruolo del lavoro e il suo miglioramento, l’efficienza energetica, la ricostruzione, le trattative periodiche con politici, imprese, professionisti.

“Università – legge l’articolo -dovrebbe svolgere il suo ruolo, coordinare la scelta dei CAT di diploma che possono essere spesi nel mondo del lavoro nel migliore dei modi, ampliando il ventaglio di applicazione delle competenze e stage in corsi di arti partner e nuovi contributi. Corsi di formazione per aspiranti giovani geometri Il Collegio di Salerno ringrazia per l’attenzione il Consiglio Nazionale delle Ricerche, convocando la Conferenza Presidenziale a Salerno il 6 e 7 aprile per dare più risalto al già ricco programma”

Lo spettacolo

“Strumenti topografici e rappresentazioni cartografiche dal 1730 ai giorni nostri” furono realizzati grazie ad una collezione privata di consulenti. Pasquale Aprile, con oltre 150 strumenti topografici per la ricerca, il calcolo, la rappresentazione grafica. Nel diciottesimo e diciannovesimo secolo, i geografi divennero abili nella mappatura delle città, nello scavo di canali, nella costruzione di strade e nella costruzione di ferrovie nel mondo industrializzato. I loro strumenti più pregiati erano gli strumenti di misura che avevano, come teodolite, tacheometri e livelle del vento, che non erano solo misurazioni accurate, ma anche manufatti: metallo lucido, ottone o ottone, a volte accompagnati da profondità. tonalità marrone per custodie in legno o treppiedi. Il diciottesimo e il diciannovesimo secolo furono, infatti, l’età d’oro dell’esplorazione globale, un periodo in cui aree finora non specificate sulla mappa del mondo (l’America e le lontane colonie europee) aprirono nuove frontiere al commercio e all’insediamento. Sfruttando le sue risorse è stato necessario conoscere l’allineamento dell’area, dove hanno acquisito notevole importanza le misurazioni jodetiche e la mappa dell’ambiente.

Fino alla Rivoluzione Industriale, nella seconda metà dell’Ottocento, questi strumenti erano prodotti da artisti che, regolarmente, erano designer autodidatti.

Strumenti realizzati da rinomati artisti dell’800, come la Troughton & Simms di Londra (creatori di apparecchiature per telespettatori di Greenwich e Melbourne) e il famoso artista inglese Thomas Jones, e le prime compagnie europee dell’epoca (Salmoiraghi prima La Filotecnica di Milano di prof. York); inoltre, europei e americani erano i fornitori ufficiali di servizi della US Coastal Survey, fondata nel 1807, per produrre una mappa geodetica della costa statunitense. La collezione presenta un raro righello in cemento armato, prodotto dalla società Ferrero nel brevetto Washington Sabatini e il codice della diapositiva Pickett, completo di alluminio, utilizzato dalla NASA e Aldrin ha fornito un calcolo lunare lunare nel 1969. oltre a libri di geografia dal 1700 al 1970 (Porro, Boaga, Righini, Ered, Vetere, Siniscalchi, Curioni, Passus), oltre a francese, inglese, tedesco, greco, spagnolo.

Il processo il primo giorno, martedì 5 aprile:

campana 09.00
La cerimonia di inaugurazione e inaugurazione della mostra “Attrezzature topografiche e rappresentazione dei cartoni dal 1730 ad oggi”

ore 09.00 – 11.30 / 11.30 – 13.30
Incontri con gli studenti delle Scuole Medie “Dalla scuola alla professione di geometra: orientamento e selezione CAT”

ore 15.00 – 18.00
Seminario di revisione degli esperti “Evoluzione del catasto. Dalla mappa dell’impianto al SIT” con il rilascio di 4 CFP