Vai al contenuto

Taiwan fomenta anche le tensioni tra Cina e Stati Uniti

La questione AGI-Taiwan solleva tensioni tra Cina e Stati Uniti dopo aver visitato una delegazione bipartisan di sei sentir statunitensi sull’isola, Pechino afferma come parte del proprio Paese. Il gruppo, guidato dal democratico Robert Menendez e dal repubblicano Lindsey Graham, ha incontrato oggi il presidente dell’isola, Tsai Ing-wen. Taiwan è “il paese più importante del mondo”, ha detto Menendez in un’intervista a Tsai, citando i prodotti a semiconduttore, e la sua sicurezza ha un impatto sul mondo.

Relazioni tra Taiwan e gli Stati Uniti”forte come una pietraIl senatore democratico ha poi affermato che inviando una delegazione Usa, in un momento in cui il mondo è concentrato sulla guerra in Ucraina, invia un “messaggio forte” al popolo dell’isola. Taiwan è “necessaria” per tutti. economia digitale globale e gli Stati Uniti”, ha aggiunto Graham, “e speriamo di rafforzare due o più legami economici”.

Una visita a Gli inviati statunitensi si sono risentiti per lo sfogo di Pechino, che ha annunciato l’inizio di un’esercitazione militare vicino a Taiwan in risposta a un “segnale sbagliato” inviato dagli Stati Uniti a Taiwan, e ha anche affermato che sarebbe avvenuta la riunificazione dell’isola con la Repubblica di Cina. L’esercitazione è un “passo necessario in base all’attuale situazione della sicurezza” nello Stretto di Taiwan, ha affermato il ministro della Difesa di Pechino in una nota.

Questa volta, c’è un leggero aumento della pressione militare sull’isola: Il ministro della sicurezza nazionale di Taiwan ha segnalato l’importazione di sei aerei militari cinesi nelle forze di difesa di Taiwan, in contrasto con la pista di atterraggio militare cinese ieri.

La Cina non limita l’uso della forza per risolvere la questione taiwanese, ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian. Taiwan “è l’eredità della guerra civile cinese. La Cina deve essere unita e determinata a essere unita”, ha affermato, e Pechino, pur sottolineando “l’unità pacifica”, ha il diritto di prendere “tutte le misure necessarie”. Gli Stati Uniti, ha aggiunto, “devono interrompere il commercio formale e le relazioni militari con Taiwan, fermare la vendita di armi a Taiwan e adottare misure concrete per realizzare il loro impegno a non sostenere l’indipendenza di Taiwan”.

La rivalità tra Cina e Stati Uniti, che vede Taiwan come uno dei potenziali conflitti più complessi, si estende al ruolo crescente di Pechino nell’area Asia-Pacifico. Ci sono difficoltà nel quadro regionale un accordo annunciato lo scorso settembre tra Stati Uniti, Gran Bretagna e Australia sui sottomarini nucleari – e recentemente ha considerato lo sviluppo di armi ipersoniche in grado di trasportare armi nucleari – che la Cina ha criticato come “NATO nel Pacifico”.

Gli Stati Uniti e l’Australia, d’altra parte, hanno espresso preoccupazione per una proposta di accordo di sicurezza tra Pechino e le Isole Salomone – in cui la Cina ha avviato relazioni diplomatiche nel 2019 – che potrebbe rafforzare la presenza militare cinese nella regione, ha affermato. una bozza di accordo.

L’ultima critica di Pechino arriva dal comandante della CIA William Burns, in cui la Cina intende sostituire gli Stati Uniti nel Pacifico e Pechino è il “partner silenzioso” di Mosca nell’invasione ucraina. Le critiche sono state respinte dalla Cina, che ha accusato gli Stati Uniti di offuscare la propria immagine e di “promuovere conflitti” a livello regionale. Gli Usa, ha sottolineato Zhao, devono “dimostrare la loro responsabilità nei confronti della crisi ucraina”: lo sviluppo della Cina, ha aggiunto, è rivolto “solo ai cinesi e non abbiamo alcun interesse a chi sta conquistando” il Pacifico.