Vai al contenuto

“Tasse sul reddito extra”: 4,4 miliardi contro l’inflazione

C’era “sostegno unanime“del Consiglio dei ministri su decreto dello Stato”sostenere i cittadini e le imprese nell’affrontare le conseguenze della guerra in Ucrainadisse il Primo Ministro, Mario Draghi, durante una conferenza stampa al termine del CDM. Alla domanda dei giornalisti, Draghi ha risposto sull’aumento delle entrate extra ma anche su come sarebbero stati più bassi i prezzi della benzina, le risposte dell’UE al tetto dell’elettricità, l’assistenza economica alle famiglie e alle imprese.

“Due anni di rate”

Come abbiamo visto in precedenza su Giornale.it, sarà possibile pagare la bolletta del gas e della luce in rate di 24 mesi, o di due anni. Il livello di sostegno per casi costosi è stato chiaramente sottolineato dal primo ministro durante il suo discorso ai giornalisti. “Consentiamo il pagamento rateale delle bollette fino a due anni, il credito d’imposta sulle aziende ad alta energia e ad alta energia, ci auguriamo che queste parole siano disponibili in italiano…“, disse Draghi, facendo un piccolo sipario.

“Sconto” per la benzina

La buona notizia arriva a caro prezzo-Grasso: tra le misure principali c’è il prezzo finale ai distributori di benzina, con una riduzione di 25 centesimi al litro fino a fine aprile. L’intervento è incoraggiato per vedere come si comporterà il mercato nelle prossime settimane. “Lo esamineremo e poi finiremo. Ma per ora è importante attraversare questo periodo di grandi cambiamenti“, ha detto Mario Draghi, rispondendo a una domanda sul mercato petrolifero e spiegando che il provvedimento “solo” fino a fine aprile è vedere cosa sta succedendo ora, il prossimo mese e mezzo.

“Risposta rapida all’elettricità”

Determinato e determinato, Draghi ha chiesto “una risposta rapida e concreta alla fissazione dei prezzi dell’energia elettrica in Europa”, sottolineando che ci sono proposte diverse e che alla fine ne incontrerà un’altra anche se non sarà approvata: ci sono paesi che hanno difficoltà ad avere uno strumento. La legge europea è stata raggiunta anni fa e ha rispettato l’esempio di quegli anni».ma da allora tutto è cambiato. Andando avanti, vediamo che è possibile farlo. Ne serve un altro Rispondere Europa, altrimenti faremo qualcosa di nazionale ma non sarà soddisfacente“Nello spirito dell’Ue, la volontà di guidare”nel 2% c’è il costo della protezione, si discuterà quando farlo e come farlo“L’investimento necessario per arrivare al 2% è significativo ma”non si può presumere che siano stati responsabili di questo investimento nel solo bilancio nazionale. Ci sono problemi finanziari, ma l’adeguamento è una grande preoccupazione“, supplica Draghi.

Il problema, però, è anche la preoccupazione gas: se l’emergenza durerà a lungo sarà necessaria la ricerca”già accadendo e girando«in risposta a un’interrogazione sui nuovi giacimenti a gas, che ha poi consegnato al ministro dell’Ambiente, Roberto Cingolani, al termine del Cdm.

“Aiutiamo famiglie e imprese”

Non è tutto, perché è un numero famiglie I “protetti” dalle bollette aumenteranno da 4 a 5,2 milioni”che pagherà per il potere come l’estate scorsa. Abbiamo alzato il tetto dell’Isee da 8mila a 12mila euro, di cui 1,2 milioni in più di famiglie rispetto al piano precedente.“Con le misure approvate oggi dal governo, ci impegniamo ad aiutare i cittadini e le imprese a sostenere l’aumento dei prezzi dell’energia”.un’attenzione particolare è stata riservata alle famiglie più povere e alle filiere più pubblicizzate“aggiornando alcune tutele a tutela del sistema imprenditoriale italiano. La risposta è ancora a migliaia rifugiati Il popolo ucraino è già arrivato ed è arrivato in Italia dove sarà rafforzato il sistema di accoglienza nazionale, per controllare l’afflusso di profughi”già in crescita e in attesa di crescere ancora nelle prossime settimane“.

Gelmini: “Facciamo un altro miliardo”

Una delle prime idee nel progetto di nuova legge sul potere costoso che sarà discussa e approvata dal governo in Consiglio dei ministri è Mariastella Gelminiil ministro degli Affari regionali e dell’autonomia, e il capo delegazione di Forza Italia al governo, che ha descritto come erano stati realizzati altri 4,5 miliardi di euro”contenere gli effetti della guerra all’Ucraina nell’economia italiana“Ridurre le tariffe della benzina ridurrà il prezzo della benzina di 0,25 euro al litro e per gli utenti della strada ci saranno sconti sui bollo auto e altri contratti”.Aumentare i familiari che, a causa del bonus welfare, non dispongono di upgrade luce e gas – ha aggiunto il ministro. Le imprese potranno saldare i propri debiti in rate fino a 24 mesi e le imprese che consumano più energia e gas avranno un credito d’imposta sui maggiori costi di gas ed elettricità. “Stiamo tutelando la crescita del Paese e stiamo proteggendo moltissimo le famiglie dalle avversità, siamo pronti per la necessità di intervenire nuovamente“.