Vai al contenuto

Ucraina: a Kiev è iniziata un’offensiva russa in Oriente. ‘Ecco l’inferno’ – Il mondo

Sono “iniziati” gli attacchi alle forze russe nell’Ucraina orientale. Lo ha affermato il governatore ucraino della regione di Lugansk, Sergei Gaïdaï. “Inferno. È iniziato l’attacco, quello di cui si parlava da settimane”, ha detto su Facebook. “C’è una guerra a Rubizhne e Popasna, una guerra senza fine in altre città pacifiche”, ha aggiunto, poco dopo aver annunciato nel Telegram la morte di quattro persone a Kreminna, una città conquistata oggi dai russi.

Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha detto che era iniziata una temibile offensiva russa nell’est del paese. “Possiamo spiegarlo ora L’esercito russo iniziò la battaglia del Donbass, per cui si stava preparando. Gran parte dell’esercito russo è ora coinvolto in questo attacco “, ha scritto Zelensky nel suo account Telegram.

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, è tornato a chiedere armi all’Occidente descrivendo qualsiasi ritardo nella proprietà come “permesso alla Russia di uccidere” la sua gente. “Deportati circa 5.000 bambini” dalla regione di Mariupol in Russia dall’inizio dell’invasione russa “, ha detto Zelensky. Attualmente a Mariupol un gran numero di persone tra cui donne, anziani e bambini. fuggì nella fabbrica di ferro di Azovstal, dove si trovano le ultime truppe ucraine rimaste nella città assediata, incluso il battaglione nazionale Azov. Sale a 7 il bilancio delle vittime del bombardamento missilistico di questa mattina nella regione di Leopoli, tra le vittime c’è un bambino. Sindaco Bucha: “Un civile su cinque ucciso in città”. È stata pubblicata online una foto che mostra la nave da guerra russa Moskva colpita da un missile in mare. Al momento non è possibile verificarne l’autenticità

RUOLO CINESE – “La Cina continua non solo a criticare la Russia, ma anche altri alti funzionari a diffondere bugie sulla corruzione perpetrata dall’esercito di Mosca”. Lo ha affermato un dipartimento di rappresentanza statunitense, Ned Price, che ha ribadito che “Pechino dovrebbe scegliere” e ha sottolineato che “aiutare la Russia in qualsiasi modo avrà conseguenze negative”.

L’AMERICANO ADDESTRA L’ESERCITO UCRAINO – Gli Stati Uniti nei prossimi giorni inizieranno ad addestrare le truppe ucraine all’uso dei potenti obici inviati dalle autorità di Biden in Ucraina. Lo ha detto un funzionario del Pentagono al New York Times. Un piccolo gruppo di soldati ucraini, forse esperti di armi, sarà portato in un paese vicino per conoscere il nuovo sistema, ha detto un funzionario della sicurezza.

PRIGIONIERI BRITANNICI IN RUSSIA TV – Due cittadini britannici che hanno combattuto nell’esercito ucraino e sono stati catturati dai russi sono apparsi alla televisione di Mosca e hanno fatto appello al primo ministro Boris Johnson chiedendo il suo rilascio in cambio di Viktor Medvedchuk, l’oligarca dell’opposizione ucraina e membro del parlamento. intelligenza.

CREMALA RUSSIA SPARA LE PERSONE – Quattro persone che tentavano di fuggire questa mattina da Kremin, città nella regione di Lugansk da oggi sotto il dominio di Mosca, sono state uccise dalle truppe russe: lo ha annunciato nel Telegram il capo del comandante militare regionale di Lugansk, Sergiy Gaidai. Lo riporta Unian. “La mattina del 18 aprile, i residenti di Kreminna hanno cercato di scendere dai loro veicoli, i russi hanno ucciso a colpi di arma da fuoco un’autovettura, hanno ucciso quattro persone e ferito gravemente un uomo che era ancora sulla scena. in una bomba senza fine “, ha scritto Gaidai.

SUGGERIMENTI PER I CAMPI RUSSI- I russi che si rifiutano di combattere in Ucraina sono minacciati di rappresaglia dai membri della loro stessa famiglia: rivela l’intelligence di Kiev, secondo Unian. In un messaggio pubblicato su Facebook, il servizio di intelligence del ministero della Difesa ucraino ha anche annunciato che un numero crescente di truppe russe si rifiuta di prendere parte alla guerra contro l’Ucraina. “L’ondata di rifiuto a prendere parte alla guerra contro l’Ucraina continua nell’esercito russo – si legge nel messaggio -. Il 60-70% del personale totale”.

5.000 BAMBINI LAVORATI – Circa 5.000 bambini sono stati “deportati” dalla regione di Mariupol in Russia dall’inizio dell’invasione russa: lo ha detto ieri il presidente ucraino Vlodoyr Zelensky durante un’intervista alla Cnn. “Circa 5.000 bambini sono stati deportati in Russia perché non potevano andare in Ucraina”, ha detto Zelensky in un’intervista. Quei “bambini. Dove sono? Nessuno lo sa”.

MARIUPOL ALLO STREMO – “Le truppe russe si stanno preparando per un’operazione offensiva nell’est del nostro Paese. Inizierà presto”, ha detto Zelensky in un recente messaggio video.
“Vogliono letteralmente distruggere e porre fine al Donbass – ha aggiunto il presidente dell’Ucraina – mentre distruggono Mariupol, vogliono anche distruggere altre città e comunità nelle regioni di Donetsk e Luhansk”. E poche ore fa, le autorità di Luhansk hanno chiesto ai residenti di evacuare la regione sud-orientale. “La prossima settimana potrebbe essere dura. Questa potrebbe essere l’ultima volta che abbiamo ancora la possibilità di salvarti”, ha detto il manager regionale Sergei Gaidai.
Petro Andriushchenko, membro del consiglio del sindaco di Mariupol, ha affermato che le truppe russe hanno annunciato che Mariupol sarà ora chiuso dentro e fuori e che gli uomini rimasti in città saranno “testati” per “deportazione”. Il gruppo per i diritti umani della Crimea ha anche criticato i russi per aver preso con la forza circa 150 bambini, 100 dei quali ricoverati in ospedale, lontano da Mariupol a “Donetsk e Taganrog in Russia”.

Ucraina, all’indomani dell’esplosione di una bomba a Kharkiv: un incendio in un edificio