Vai al contenuto

Ucraina Russia, le notizie di guerra di oggi | Mosca cambia leadership militare, Kiev ordina antidoti contro le armi chimiche – Corriere.it

a partire dal Lorenzo Cremonesi, Giusi Fasano, Andrea Nicastro, Marta Serafini, Silvia Morosi, Paolo Foschi

Notizie di sabato 9 aprile dal minuto della guerra. Mosca colloca il generale Alexander Dvornikov, ex ufficiale militare in Siria, a capo dell’esercito in Ucraina: l’obiettivo è raggiungere una sorta di successo prima di maggio, giorno della vittoria nella seconda guerra mondiale.

* La guerra in Ucraina è giunta al 45° giorno.
* A livello militare, l’evento più significativo delle ultime ore è stata la granata a propulsione a razzo Kramatorsk che ha ucciso almeno 50 civili. Dubbi sul tipo di missili utilizzati, come al solito Kiev e Mosca hanno la responsabilità, ma gli attacchi dei civili sono una caratteristica costante della strategia di Mosca.
* L’attacco a Kramatorsk potrebbe essere accompagnato da un cambio di piano adottato da Mosca: il rifiuto del fronte di Kiev e l’intensificazione dello sforzo bellico a Mariupol e nel Donbass.
A livello politico, l’energia elettrica di Ursula von del Leyen prima a Kiev e poi a Bucha: la nostra umanità sta morendo qui, ha detto il presidente della Commissione Ue al confine di uno dei più grandi cimiteri dove sono state vittime del genocidio russo. sono sepolti.
* Quanto durerà questa guerra? Il breve termine stimato, ha affermato il portavoce del Cremlino Dimitri Peskov, aggiungendo che l’azione militare era vicina al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

6:18 – Il comandante militare russo passa dal veterano di guerra siriano

Il generale Alexander Dvornikov, un veterano di guerra siriano, guiderà l’esercito russo in Ucraina nel tentativo di ottenere “un certo successo” prima del 9 maggio, giorno in cui la Russia celebrerà la vittoria della seconda guerra mondiale. Lo riporta il sito web Kyiv Independent, citando fonti occidentali sconosciute
.

4:40 -Zelensky: risposta globale all’attacco dell’azienda Kramatorsk
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto una forte risposta internazionale a un attacco missilistico che ha ucciso 52 persone, tra cui cinque bambini, a Kramatorsk. Questo è un altro crimine di guerra russo, ha detto in un messaggio di Telegram, le potenze mondiali hanno già condannato questo attacco e ora stiamo aspettando una forte risposta globale.

3:55 – S&P porta il rating della Russia a SD, facoltativo
Il debito russo a lungo termine in valuta estera è stato ridotto dall’S&P da CC a SD, che ha scelto di andare in default..

2:51 – L’Ucraina prescrive farmaci contro gli effetti delle armi chimiche
L’organizzazione umanitaria americana Direct Relief ha dichiarato al Wall Street Journal di aver inviato, su richiesta del ministro della Salute ucraino, circa 220.000 bottiglie di un farmaco che potrebbe essere utilizzato per contrastare gli effetti delle armi chimiche come gli agenti nervini a Kiev. Questa è atropina usata per aumentare la frequenza cardiaca o ridurre le secrezioni di muco nei polmoni o nelle vie aeree. Agendo, che può bloccare gli effetti delle tossine causate dagli agenti nervini. è lo stesso farmaco che è stato distribuito agli operatori sanitari in Siria nel 2017.

2:30 – La pace annuncia “doppio impegno” dopo la chiusura degli uffici russi fissata da Mosca.
Non molliamo: le autorità russe commettono un grave errore se credono che chiudendo il nostro ufficio a Mosca interromperanno il nostro lavoro di scrittura e denuncia di violazioni dei diritti umani. Rimaniamo impegnati a garantire che il popolo russo possa godere dei propri diritti senza discriminazioni. Raddoppieremo i nostri sforzi per denunciare le palesi violazioni dei diritti umani in Russia, in patria e all’estero. Così Callamard di Agne, segretario generale di Amnesty International, ha risposto chiudendo l’ufficio regionale di Mosca.

2.04 – Fonti Usa, i russi vogliono vincere il 9 maggio
I russi si sentono spinti a vincere in Ucraina il 9 maggio, quando la Russia celebra la vittoria nazista nella seconda guerra mondiale. Funzionari europei e americani lo hanno riferito alla CNN. Secondo le fonti, le forze russe si stanno riallineando e prendono di mira l’Ucraina orientale e meridionale perché le vedono come obiettivi più piccoli e più raggiungibili rispetto alla conquista del resto del Paese. Sotto la pressione del 9 maggio, i funzionari hanno affermato che, d’altra parte, potrebbero tradire il popolo russo e indurlo a commettere errori, ma potrebbero anche spingerlo a compiere altre atrocità come quelle di Bucha e Kramatorsk.

Metallo 1.44 –
Altre 6.665 persone sono fuggite dai corridoi di soccorso
Almeno 6.665 persone sono state evacuate ieri in Ucraina attraverso corridoi di soccorso. Il vice primo ministro del Paese, Iryna Vereshchuk, scrive su Facebook. Da Mariupol e Berdiansk, entrambe città affacciate sul Mar d’Azov, 5.158 persone si sono dirette a nord verso Zaporizhzhia: di queste 1.614 erano residenti di Mariupol e 3.544 residenti nella regione di Zaporizhzhia. In mattinata una nuova fermata dell’autobus da Zaporizhzhia a Berdiansk proseguirà con le operazioni di evacuazione. Dalla regione di Lugansk, a est, ieri sono riusciti a fuggire in 1.507.

1:43 – Melitopol, le truppe russe bloccano 8 bus di persone
A Melitopol, una cittadina nel sud dell’Ucraina, i soldati hanno preso otto autobus in un giorno. Il vice primo ministro del Paese, Iryna Vereshchuk, lo critica su Facebook. C’è trattativa per aprire questi bus a modo loro – scrive – e, previo accordo, si possono fare sgomberi. Nelle ultime ore in una città, come riportato dal sindaco Ivan Fedorov, più di cento persone sono state rapite senza motivo dalle forze russe.

00:31 – Rischio attacco russo, tempo di rientro a Odessa nel weekend

Le autorità hanno avviato una chiusura del fine settimana a Odessa, in Ucraina, per la minaccia di un attacco missilistico. In un post su Facebook, le autorità militari locali hanno affermato che il tempo per tornare a casa sarebbe iniziato alle 9:00 di sabato fino alle 18:00 di lunedì, ora locale, secondo quanto riportato dalla BBC. L’annuncio arriva dopo un attacco missilistico nell’area la scorsa notte, che ha provocato la morte di un numero imprecisato di persone, secondo il portavoce locale Serhiy Bratchuk. Nonostante l’attacco, le autorità ucraine hanno affermato di non aver visto finora alcun segno che le truppe russe si stessero preparando per un cessate il fuoco dal Mar Nero.

00:25 – Patriarca di Costantinopoli: profondo rammarico per le parole del patriarca Kirill
Il patriarca Bartolomeo tra il pubblico ha fornito un gruppo di giovani studenti che si stavano accalcando a Panar, spiegando che nessun problema o domanda al mondo poteva essere risolto con un’arma da guerra. L’unico modo per affrontarlo e risolvere i problemi è attraverso il dialogo e sono sicuro – ha aggiunto – se sceglieranno il dialogo troveranno sicuramente una soluzione. I russi hanno sbagliato – ha aggiunto Bartolomeo – ad attaccare l’Ucraina. Il patriarca di Costantinopoli ha anche espresso profondo rammarico per le posizioni assunte dal patriarca di Mosca Kirill, poiché quest’ultimo ha descritto così tanto la posizione del presidente russo Vladimir Putin che ha descritto l’invasione ucraina come una guerra santa.

Sabato 9 aprile, ore 0.01 – USA: alcune unità militari russe sono state completamente chiuse

Un alto funzionario della sicurezza statunitense ha affermato che alcune unità russe in Ucraina erano state completamente chiuse e che la potenza di combattimento di Mosca era compresa tra l’80% e l’85% dei livelli pre-attacco. Abbiamo visto segni di abolizione letteralmente di alcune unità, a tutti gli effetti, ha affermato il funzionario secondo quanto riportato dai media americani.

9 aprile 2022 (modifica il 9 aprile 2022 | 06:19)