Vai al contenuto

Ucraina Russia, notizie sulla guerra di oggi | Dagli Usa un altro missile e soldi Kiev. Zelensky: Onu chiuse, vogliamo la Norimberga di Putin

Kwe Lorenzo Cremonesi, Giusi Fasano, Andrea Nicastro, Marta Serafini

Notizie di mercoledì 6 aprile sulla guerra, minuto per minuto: gli Usa devolveranno altri 100 milioni di dollari in aiuti militari. Immagini horror dalle città in cui i russi si sono ritirati. Zelensky: vogliamo Norimberga nei crimini di guerra commessi da Mosca

• La guerra in Ucraina nel 42° giorno.
• Ieri sera sono stati ascoltati attentati nell’Ucraina occidentale, nella regione di Leopoli.
• Il presidente ucraino Zelensky si è rivolto ieri all’Assemblea generale delle Nazioni Unite elencando i crimini di guerra commessi in Ucraina e ha chiesto l’istituzione di un tribunale sul modello di Norimberga per processare i responsabili.
• Le immagini dei civili uccisi a Bucha mostrano le peggiori atrocità avvenute in Europa da decenni”, ha affermato il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg.

La 6.20-Intel, un chip gigante, interrompe la produzione in Russia
Il grande chip americano Intel Corp ha annunciato la cessazione immediata di tutte le sue operazioni in Russia. Intel continua a impegnarsi con la comunità internazionale nel condannare la guerra russa contro l’Ucraina e chiede un rapido ritorno alla pace, scrive un partner, che ha aggiunto di aver adottato misure per ridurre i danni ai suoi affari globali.

5.44 – Procura di Kiev: 5mila guerra criminale
Almeno 5.000 crimini russi commessi sono attualmente sotto inchiesta in Ucraina, e l’avvocato ucraino Irina Venediktova ha annunciato in un briefing a Bucha, che è stato seguito dai media, incluso il Kyiv Independent. Anche in questa situazione orribile, i crimini di guerra compaiono per la prima volta in successione, seguiti da crimini contro l’umanità e genocidio, ha affermato Venediktova.

17:5 –
Sindaco di Bucha: 320 persone sono state uccise

Il sindaco di Bucha ha detto alla BBC che le forze russe avevano ucciso almeno 320 suoi concittadini durante la sua permanenza in città, aggiungendo di aver assistito personalmente ad alcuni degli incidenti. Ho visto molti episodi, ha detto Anatoly Fedoruk. C’erano tre auto di persone che cercavano di uscire dal lato di Kiev e sono state uccise a colpi di arma da fuoco. C’era anche una donna incinta il cui marito ha gridato di non spararle. Ma poi gli hanno sparato e l’hanno ucciso. Fedoruk ha anche detto alla BBC che i russi cercavano principalmente politici. Il sindaco ha chiesto al ministro degli Esteri russo, che ha pubblicamente negato i crimini legati alla Russia, di venire nella città di Bucha per vedere di persona i corpi delle vittime e per guardare negli occhi delle loro famiglie, delle loro madri. mariti o figli orfani.

4.22 – I prigionieri di guerra russi vengono rapiti e torturati
Poi sono costretti ad accovacciarsi, umiliati, sconfitti. Le donne soldato ucraine catturate dai russi sono state maltrattate e molestate, secondo quanto riferito dal commissario per i diritti umani del parlamento ucraino, Lyudmyla Denisova, sul suo account Telegram, detenuto dalla CNN. Questa la testimonianza di 15 donne soldato che fanno parte di un gruppo di 86 soldati ucraini evacuati dai russi lo scorso venerdì. Hanno detto – secondo la denuncia di Denisova, citata dalla CNN – che sono stati portati in Bielorussia nel centro di detenzione di Bryansk, dove sarebbero stati rapiti e davanti a uomini, costretti a guidare. I loro capelli sono stati tagliati e interrogati, scrive Denosova, nel tentativo di spezzare il loro spirito. Altri sono stati costretti a prendere parte a falsi video russi. Il commissario ucraino ha fatto riferimento alla violazione dell’articolo 13 della Convenzione di Ginevra sui prigionieri di guerra, affermando che questi ultimi dovrebbero essere sempre trattati con dignità e invita la Commissione delle Nazioni Unite per i diritti umani in Russia a indagare su questi articoli. ‘L’Ucraina e il lavoro dell’OSCE. Denisova aveva precedentemente riferito del maltrattamento dei prigionieri di guerra ucraini da parte dei russi, che erano stati accusati di percosse, fame, intimidazione e morte per congelamento.

03:45 – Blinken: 100 milioni di aiuti militari

Gli Stati Uniti annunciano 100 milioni di dollari in ulteriori aiuti militari all’Ucraina. Lo ha annunciato il Segretario di Stato degli Stati Uniti, Antony Blinken. Ho autorizzato, a seguito di una delegazione del presidente, 100 milioni di dollari per soddisfare l’urgenza dell’Ucraina di programmi anti-armi, ha scritto in un tweet il segretario di Bruxelles. Il portavoce del Pentagono John Kirby ha affermato che ulteriori 100 milioni di dollari sarebbero stati utilizzati per soddisfare l’urgente necessità dell’Ucraina di ulteriori programmi anti-armi Javelin. Il popolo ucraino ha usato missili spalla a spalla per proteggere il proprio paese, ha affermato. Il 1 aprile il Pentagono ha annunciato aiuti militari per 300 milioni di dollari. Kirby ha affermato che il dipartimento ha recentemente aumentato l’assistenza militare statunitense all’Ucraina a oltre 1,7 miliardi di dollari dall’inizio di un attacco russo pianificato e senza risposta il 24 febbraio e a oltre 2,4 miliardi di dollari dall’inizio del governo del presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

2:55: la Nuova Zelanda impone una tassa del 35% sulle merci provenienti da Mosca
La Nuova Zelanda introdurrà una tariffa del 35% su tutte le importazioni dalla Russia e aumenterà l’attuale divieto sui prodotti legati al commercio relativi alle industrie tecniche russe, ha affermato il governo di Wellington, secondo il Guardian. Le immagini e le notizie emerse sulle atrocità commesse dal popolo di Bucha e di altre parti dell’Ucraina sono disgustose e degradanti e la Nuova Zelanda continua a rispondere agli atti di violenza insensati di Putin “, ha affermato il ministro degli Esteri Nanaia. Mahuta, osservando che il governo sarebbe e le sanzioni entreranno in vigore il 25 aprile.

1.41 – Pentagono: aumenta il rischio di conflitti
Siamo di fronte a due potenze mondiali: Cina e Russia, ciascuna con maggiori capacità militari ed entrambe mirano a cambiare radicalmente le leggi basate sull’attuale ordine mondiale: stiamo entrando in un mondo di instabilità e il potenziale per un conflitto internazionale significativo cresce, non si indebolisce : ha detto il capo di stato maggiore Mark Milley in Parlamento. L’invasione russa dell’Ucraina, ha aggiunto, è una grave minaccia alla pace e alla sicurezza dell’Europa e forse del mondo durante i suoi 42 anni di servizio nell’esercito americano. Posizione condivisa dal manager del Pentagono Lloyd Austin in una discussione simile.

1:10 – Generale USA: Il conflitto durerà per anni
Penso che questo sia un conflitto a lungo termine, penso che possa essere misurato in anni. Non so se è per decenni, ma almeno di sicuro. Lo ha detto il generale dell’esercito americano Mark Milley secondo il Guardian sulla guerra in Ucraina. Penso che la NATO, gli Stati Uniti, l’Ucraina e tutti gli alleati e gli alleati che sostengono l’Ucraina saranno coinvolti in questo per qualche tempo, ha aggiunto.

01:05 – Media russi: Cipro non spedirà attrezzature su richiesta degli Stati Uniti

Cipro non invierà armi in Ucraina su richiesta degli Stati Uniti, per non ridurre le sue capacità di difesa, ha affermato il capo del servizio di difesa cipriota, Charalambos Petridis. Lo scrive Ria Novosti, citando i media. Parlando a una commissione parlamentare, Petridis ha spiegato che non esiste una cosa del genere, perché il Paese è sotto pressione e ora il ministro della Difesa sta risolvendo la questione delle scorte di armi russe, scrive un quotidiano Fileftheros. Tuttavia, Cipro collabora con l’Ucraina e fornisce assistenza sociale. In precedenza, il quotidiano cattolico aveva riferito che gli Stati Uniti – ricorda l’agenzia – avevano chiesto a Nicosia di adottare il sistema antiaereo BUK M1-2 e due tipi di sistemi antiaerei.

24.00 – Ufficio della Procura, Abusi e abusi sui minori da parte dell’esercito russo
La cancelliera ucraina Irina Venediktova afferma che l’esercito russo in Ucraina ha commesso violenze sessuali non solo contro donne e uomini, ma anche contro bambini e adulti. Lo riporta l’Ukrainska Pravda. La polizia ha ricevuto una serie di denunce, alcune delle quali diffuse sui social media. Il pubblico ministero – ha affermato Venediktov in una conferenza sul coordinamento e l’esecuzione con le agenzie statali – ha convenuto sulla necessità di utilizzare gli accordi internazionali per indagare su questi crimini di guerra, chiedendo loro di confermare eventuali casi di aggressione sessuale alle vittime del conflitto.

6 aprile 2022 (modifica 6 aprile 2022 | 06:22)