Vai al contenuto

Ucraina, una guerra di logoramento come Vietnam e Afghanistan? Quanto tempo ci vorrà con la nuova strategia di Putin?




Quanto durerà la guerra in Ucraina? La vista di VietnamaltrimentiAfghanistan. La questione è stata discussa a lungo, soprattutto in vista della mutevole politica militare di Vladimir Putin. “I russi intensificheranno i loro sforzi nella parte sud-orientale vicino al Donbass e nel sud con il completamento della demolizione di Mariupol e forse la continuazione dello sforzo di Odessa. La durata del dibattito dipenderà dall’effetto di questo cambiamento sulla gravitazione da parte russa»: questa è un’analisi della percezione generale del conflitto. Luigi Chipperini, un ex leader internazionale della NATO in Afghanistan, che è stato anche coinvolto nella missione di Kfor in Kosovo e membro del Centro di ricerca militare. “Se Mosca vince può ridurre i tempi del conflitto. Altrimenti dovremo aspettare una lunga guerra – ha proseguito Chipperini – con linee regolari del fronte come accadde in Corea all’inizio degli anni ’50. della stabilità internazionale che vediamo oggi dopo settant’anni” .


Stop alle importazioni di carbone dalla Russia: l’elenco completo delle sanzioni attualmente imposte



Ucraina, la nuova strategia di Putin


Coloro che si aspettavano che un fulmine prendesse il controllo di Kiev e delle principali città ucraine sono ora costretti ad accettare la realtà. La Russia sembra aver abbandonato gli obiettivi originari dell’invasione, ma continua i suoi attacchi a est ea sud. E dentro questo piano BCostretta dall’opposizione ucraina e dal blocco dell’esercito russo, Mosca ha molti obiettivi che la mettono a rischio di esacerbare il conflitto e causare ulteriori morti e distruzioni.


Secondo l’agenzia AFP, la prossima fase della guerra di Mosca potrebbe far guadagnare tempo. L’attacco si è rivelato estremamente costoso in Russia, con vittime e la distruzione di equipaggiamenti militari, grazie alla resistenza ucraina che è stata di gran lunga maggiore del previsto. Gli analisti militari hanno notato che il cambiamento militare è iniziato in primavera. Mosca ora sembra voler impedire che i coscritti vengano inviati in Ucraina, ma ha bisogno di un cambio tra i militari e quindi c’è la possibilità che mandi gli anziani ora in guerra, almeno fino a quando non saranno adeguatamente addestrati. . “La guerra è tutt’altro che finita. Un altro ostacolo deve ancora venire”, assicura Gustav Gressel, alto funzionario politico del Consiglio europeo per le relazioni estere (ECFR), aggiungendo che i lavoratori sono “la principale fonte” della carenza di Mosca. Anche se gli analisti ribadiscono che la lunga guerra potrebbe essere pericolosa in Russia, a causa del successo strategico dell’Ucraina nelle ultime settimane. Michael Kofman, direttore del Russian Studies Program presso il Centro di ricerca marittima degli Stati Uniti, ha dichiarato: “Se questa è finalmente una guerra di lunga durata, l’Ucraina sembra essere su una base molto migliore.




A questo punto, però, la strada è molto stretta. E molto, nei tempi e nell’esito di una guerra, può dipendere dalla scelta del popolo americano. Senza armi più potenti, l’esercito di Zelensky potrebbe essere sconfitto in breve tempo, forse nel giro di poche settimane. Sarà una sconfitta non solo per l’Ucraina, ma anche per l’Occidente che, seppur a vari livelli, l’ha già sostenuta. Quindi, tutto indica che alla fine Zelensky avrà i mezzi per richiederlo. Se opportunamente equipaggiato, poi, l’esercito di Kiev, il Pentagono, potrebbe spezzare il proseguimento delle colonne russe, più o meno come è successo nei giorni scorsi nella regione di Kiev. A quel tempo i movimenti della guerra si sarebbero invertiti. Il popolo ucraino avrebbe il suo futuro libero da beni e attrezzature dei partner occidentali, girando intorno alla stazione ferroviaria di Dnipro e possibilmente ricostruindo l’aeroporto. Possono estendere la linea del canale, costruendo una specie di arco fortificato dal Donbass a Kharkiv. In tal caso potrebbero crocifiggere i russi per mesi. Di certo non sappiamo per quanto tempo Putin si concentrerà sull’inciampo. Gli americani non stanno giudicando che il leader russo potrebbe raddoppiare i bombardamenti delle città, anche quelle al di fuori del quadrante dell’estremo oriente. E purtroppo non è da escludere l’uso di apparecchiature chimiche o batteriologiche. La maggior parte degli ottimisti, tuttavia, pensa che Putin, dopo aver accettato un secondo fallimento, possa eventualmente decidere di intraprendere seri negoziati per la pace.



Rischio di combattimenti come in Vietnam o in Afghanistan


Inoltre, l’orso russo ha il potenziale per distruggere il popolo ucraino e stabilire un governo fantoccio. Ma cosa? L’Ucraina è un paese con una popolazione di 40 milioni; maggiore della Francia; ha meno connessioni; Come lo controlli, e pensi che i paesi della NATO agiranno, infatti sono già partiti, per iniziare una rivolta? Secondo lo storico Eugenio Di Rienzo, intervistato da La Verità, «non è difficile prevedere che l’organizzazione Stay Behind esiste da tempo in Ucraina, creata, finanziata e dotata di strumenti di ultima generazione da Usa, Regno Unito e Polonia. “Gladio” è sicuramente più efficace di quello fondato in Italia durante gli anni della Guerra Fredda circondato da istruttori di queste Nazioni e dalla costruzione di combattenti stranieri, di estrazione neonazista, impiegati in Svezia, Norvegia, e membri rusofobici di. nelle repubbliche baltiche. Anche se il nuovo Vietnam fosse bandito – conclude – ci sarebbe sempre una visione di un nuovo Afghanistan e di aree sotto il nuovo Iraq».


Va anche detto che Putin non può perdere e vorrà mostrare qualcosa di simile alla vittoria, almeno il 9 maggio, quando la Russia celebrerà la sua vittoria sulla Germania nazista nella seconda guerra mondiale. “Putin è molto impegnato con le date e la storia simbolica, quindi vuole una foto della vittoria prima del 9 maggio”, ha detto. Alexander Grinberg, analista del Jerusalem Institute for Security and Strategy (JISS). Sergei Karaganov, onorevole presidente del think tank di Mosca sulla politica estera e la sicurezza ed ex consigliere del Cremlino. I poli dell’élite russa sono altissimi, per loro è una guerra in corso».




Pertanto, la soluzione del Cremlino potrebbe essere quella di sconfiggere i territori divisivi di Donetsk e Lugansk – conosciuti come gli alleati russi a febbraio -. Mosca ha insistito sul fatto che i suoi vari governi devono avere la piena autorità esecutiva e che il loro pieno controllo sembra essere l’obiettivo finale della guerra. La guerra «è troppo lontana ed è possibile
è ancora a favore della Russia se l’esercito russo è in grado di svolgere volontariamente il proprio lavoro nell’Ucraina orientale”, Imparare a conoscere la guerra (ISW). La Russia ha lanciato un’offensiva nel porto occidentale di Odessa durante il fine settimana e fonti occidentali non hanno rilasciato un attacco anfibio alla città, anche se questo sembra piccolo. “Per dare fuoco
sulla base del principio “tieni ciò che hai già”, Putin può mantenere il suo controllo in molte nuove aree dell’Ucraina».


Senza contare che uno degli scopi principali dello zar è cercare di dividere l’Occidente. Più dura la guerra, più il Cremlino deve usare una delle sue tattiche preferite per creare un conflitto di interessi tra i paesi che vogliono prendere una linea rigida contro Mosca e quelli con posizioni di riconciliazione. Lunedì scorso, Putin si è rapidamente congratulato con uno dei suoi più vicini omologhi dell’UE, il primo ministro ungherese Viktor Orban, dopo che il suo partito ha vinto le elezioni e Orban ha vinto il suo quarto mandato. Per tutto questo tempo il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiarito che Putin non aveva bisogno di rimanere al potere, poiché il presidente francese Emmanuel Macron ha risposto che i colloqui non avrebbero aiutato la pace. Insomma, questa situazione non sembra così confortante.






Ultimo aggiornamento: mercoledì 6 aprile 2022, 12:41



© LA PRODUZIONE È STATA SALVATA