Vai al contenuto

un tampone è sufficiente ma rischio (di base) sanzione




Dal prossimo mese i più di 50 gli incirconcisi potranno tornare al proprio lavoro. Inoltre, ieri, in un gabinetto caldo, il governo guidato da Mario Draghi ha svelato una nuova costituzione che dichiara umiliazione restrizioni anti-Covid. Tra questi, le ultime evoluzioni riguardano i lavoratori che verranno, infatti, reintegrati nelle proprie aziende senza ricevere immediatamente alcun risultato disciplinare e non, come detto in precedenza, dal 15 giugno.


Passando green e over 50, cosa è successo?



Dal 1° al 30 aprile, inoltre, gli oltre 50 italiani che hanno scelto di non partecipare alla campagna vaccinale non saranno più sospesi senza addebito o scambio se impossibilitati a manifestare. Passaggio verde “Rinforzato” – con un vaccino o una cura – quando si entra in ufficio. Semplificazione: potranno rientrare al lavoro ma solo se avranno le “fondazioni” per un green pass.


Le prestazioni sono state aumentate, non ci sono restrizioni fino a luglio. Guardiamo la regola pratica


Ciò significa che dovranno sottoporsi a un tampone antigenico o molecolare ogni 48 o 72 ore e mostrare un risultato negativo quando richiesto.. Almeno questo mese, torneranno le lunghe file davanti alla farmacia in cui andavamo, soprattutto il lunedì mattina, come fino a metà febbraio dello scorso anno. Così facendo, cioè potendo utilizzare il passaporto per una versione “base”, i dipendenti saranno multati da 600 a 1.500 euro solo se non sono in grado di esibire un certificato. In questo modo, circa 500.000 lavoratori, che si stima abbiano deciso di opporsi all’imposizione della profilassi, potranno rientrare nei propri luoghi di lavoro, dichiarandosi disposti a sacrificare lo stipendio per tutta la durata della sospensione..


LEGGE SULLE VACCINAZIONI
Stai attento, però. L’allentamento dell’organo di governo per più di 50 anni riguarda solo i posti di lavoro. In altre parole, l’obbligo di immunizzazione rilevante per tutte le persone di età superiore ai 50 anni nel Paese – ci sono ancora circa 1,4 milioni di persone non circoncise di età compresa tra 50 e 90 anni – rimane in vigore fino al 15 giugno.. Sono anche le sanzioni finora utilizzate, con sanzioni da 100 euro comminate direttamente dall’Agenzia delle Entrate. E i dipendenti che sono tornati a vivere nei loro uffici e che non hanno ancora ricevuto una multa di 100 euro, potranno comunque riceverla.


Passato verde e maschere interiori fino a maggio. Professionalità, Cts, bus: tutte le misure (e date)


Non solo. Le agevolazioni per i dipendenti di età superiore ai 50 anni non si applicano a tutti i settori coinvolti. “Sospensione dal lavoro” in assenza del vaccino Covid-19, ha affermato ieri in conferenza stampa il ministro della Salute Roberto Speranza, “rimarrà solo nel gruppo che riteniamo più a rischio, in quanto più vulnerabile, ovvero, operatori sanitari, personale ospedaliero e personale.baseRSA”. Solo per loro, e quindi non più per personale scolastico, sicurezza e forze dell’ordine, “c’è una domanda crescente di “vaccino anti-Covid” fino al 31 dicembre e le regole restano le stesse oggi. ha spiegato – c’è ancora una sospensione in in caso di vaccinazione”.







Ultimo aggiornamento: venerdì 18 marzo 2022, 11:28



© LA PRODUZIONE È STATA SALVATA