Vai al contenuto

un ultrabook versatile e silenzioso

La serie Yoga è stata determinante nel rafforzare il concetto di ultraportatile, quello di manuali sottili e flessibili, con un buon rapporto qualità-prezzo e una forte tendenza alle condizioni multimediali e tecnologiche.
Non c’è da stupirsi Yoga Slim 7i Pro da 14 pollici rappresenta la somma di tutto questo, e il livello dell’hardware, una certa cura dei dettagli e del software purtroppo non riesce a personalizzare. Con un valore di 1.209 euro nello store ufficiale, questa versione leggera, flessibile e attraente viene fornita con una versione pulita di Windows 11 e Piattaforma Intel Evo siamo pronti a supportarti in ogni situazione.

Unboxing e qualità costruttiva

Per chi ha già dimestichezza con l’esperienza Yoga, il packaging non sarà di certo una sorpresa. Come un laptop, la confezione è molto piccola, compatta e pulita.

All’interno, le sue dimensioni sono ridotte a un osso, troviamo le sale Yoga stesse, i manuali e un blocco di approvvigionamento energetico ben organizzato. Tratto dalla confezione, Yoga mini 7i Slim Pro 14 è fantastico fin da subito dall’importanza della sua bellezza. Non troviamo alcuna impressione di alcuna bellezza, ma solo alcuni dettagli che impreziosiscono il design, come la piastra metallica Lenovo e il logo e lo specchio YOGA restaurati. Il colore del benessere Argento brillante ha un bordo opaco che dona una leggera ruvidità quando viene tenuto. Un risultato lo stesso colore, però, non vuole raccogliere le dita. All’interno la situazione non è molto simile, ad eccezione dell’opzione di doppio cambio colore.

La plancia mantiene il colore della scocca esterna, interrompendo la parte interna del coperchio che mantiene una buona visuale della cornice opaca scura in appoggio sui bordi.

Dentro succede a Display IPS da 14 pollici con una soluzione standard”2,2K“(equivalente a 2240 x 1400 pixel e rapporto 16:10) e frequenza di aggiornamento standard a 60 Hz. i picchi sono pronunciati fino a 300 nitsma la finitura antiriflesso è molto utile per essere visibile in zone di luce intensa, mentre l’interno è sempre perfettamente visibile.
La qualità dell’immagine, invece, è ottima, grazie agli ampi angoli di visuale, alla cover 100% sRGB con ottimizzazione Dolby Vision.
La tastiera dell’isola è illuminata in background e dotata anche di colore anti-dito ardesia grigia.

La digitazione è precisa e divertente, con un rapporto con ricompense speciali dalla scrittura veloce e dalla collocazione tradizionale (cosa da non sottovalutare affatto, in un momento in cui la capacità creativa dei simboli contribuisce anche agli edifici). In basso, dal centro a sinistra, si trova un grande trackpad da 12,4 x 7,5 mm.

Le dimensioni complessive del notebook, invece, sono 31,24 x 22,14 mm pesando solo 1,69 cm nella parte superiore e pesando 1,45 kg, non il più piccolo del brand e il più piccolo sul mercato, ma comunque. molto ben distribuito.
La scocca non è del tipo unibody e tra i materiali c’è una forte preponderanza della plastica, sebbene sia di ottima qualità. Laddove invece dobbiamo lamentarci, nel disegno del coperchio inferiore centrale tende ad essere flessibile e leggermente pressato con uno scricchiolio incompleto”Pagamento mensile“.

La rete per questo, Yoga Slim 7i Pro esiste ancora è robusto e ben costruito in tutti i suoi aspettidall’ottima tastiera alle cerniere del display, ben regolate con una sola mano di apertura e che consentono di espandere l’area di controllo fino a 180 gradi.
In cima allo spettacolo ora troviamo tradizionalmente grandi occhiali da vista, una fascia brillante che ne nasconde uno. Web camera intermedia HD con didascalia IR alla sicurezza e al riconoscimento del proprietario.

Hardware e prestazioni

Sotto il corpo dello Yoga Slim 7i succede un piccolo pro 11a generazione di Intel Core i7-11370H alte prestazioni e basso consumo energetico, configurato con 4 Core, 8 Thread, 12 MB di cache e un clock a partire da 3,30 GHz fino a 4,80 GHz su Turbo Boost.

Insieme ad esso abbiamo 16 GB di RAM LPDDR4X a 4266 MHz e SSD M.2 da 256 GB e prestazioni medie a listinorispettivamente fino a 3,1 GB/s e 3,5 GB/s.
Secondo il processore, la sua funzionalità è impostata nel livello medio-alto. Tuttavia, va ricordato che non si tratta di una CPU progettata per fornire prestazioni elevate, ma piuttosto buon equilibrio energetico senza sacrificare le prestazioni. Dopotutto, ha tutto ciò di cui hai bisogno in modo che tu non possa mai essere coinvolto in attività progettate per te. Non essere mai un ostacolo alla navigazione web e alle pagine hard, è possibile un’ottima distribuzione di contenuti di altissima qualità e un minimo editing di foto/video.

La sezione grafica è coperta da a Combinazione Intel Iris Xe, è sufficiente per lo scopo per il quale è stato concepito. Grazie alla piena connessione di WiFi 6 e Bluetooth 5.0, è possibile giocare con servizi di Cloud Games come NVIDIA GeForce NOW e PC Game Pass per Xbox.

Entrambi questi servizi vanno molto bene per questo dispositivo, con pochi frame che non ne pregiudicano le prestazioni anche per sessioni più lunghe – li abbiamo provati entrambi con copertura FTTC 100/20 Mbps.
Attrezzare le porte è importante ma non banale. Quello di sinistra è lì USB-C tandementrambi che possono essere utilizzati indipendentemente per la ricarica del laptop e il trasferimento dei dati, con Supporto Thunderbolt 4 e DisplayPort. A destra, invece, c’è un pulsante di accensione, una USB-A 3.2 e un jack da 3.5 mm.

In questo contesto, sarebbe utile dotare il dispositivo non tanto di una porta USB aggiuntiva, ma soprattutto del card reader, per rendere più interessante tutta l’offerta, ma in ogni caso si tratta di informazioni utilizzabili per raggiungere il desiderato taglia.

Per spostare l’attenzione sull’esperienza generale dell’utente, va detto che un po’ di Yoga si è comportato molto bene e non ha mostrato alcun segno di disagio nelle attività quotidianee per i più esigenti, sia la batteria è potente che arriva direttamente dal caricabatterie.

La fluidità è sempre stata impeccabile e non ci sono stati arresti o blocchi, grazie a ottimo lavoro di Lenovo in termini di design e disegno termico. Non c’è mai un momento in cui il calore si fa sentire in superficie, con punte fino a 70 gradi su un processore che non si è mai visto all’esterno.

Tutto il calore, infatti, viene riversato nella superficie inferiore del laptop e in un foro creato al centro della cerniera di apertura del display, dove è ben nascosta un’ampia presa d’aria della lunghezza. I fan, inoltre, sono quasi chiusi in ogni caso di utilizzo.
Considerando l’utilizzo di un processore a bassa potenza, con una richiesta TDP di 35 W, c’è molto da aspettarsi dalla batteria. In effetti, si manifesta come un tempo lungo generalmente accettato con esso per circa 8 ore per l’uso in condizioni di luce media e l’uso di contenuti multimediali luminosi in cambio della navigazione sul web, ma c’è molto da fare per infrangere il limite mentale di 9 ore.

Il suo listino è ricco di alternative e si difende bene; se però eccelle in altri ambiti come display alto, tastiera speciale e controlli termici impareggiabili, lo stesso non si può dire per la sua indipendenza e qualità costruttiva: in questa fascia di prezzo, seppur molto conveniente rispetto a soluzioni più costose, I tipi di crack non possono essere perdonati da tutti gli utenti e forse l’uso di materiali più pregiati sarebbe stato utile.

Ne vale la pena? È sicuramente un prodotto molto efficace e nell’uso quotidiano, soprattutto per iscritto, rivela un partner insostituibile e libero. Forse la parte più difficile di questa risposta è l’agguerrita concorrenza in casa, con la versione OLED dotata di grafica per NVIDIA MX450 che richiede uno sforzo di 200 euro e soluzioni non Pro con le esistenti Pro e Alder Lake disponibili per l’acquisto.