Vai al contenuto

una fotocamera con alcuni difetti

Abbiamo già pubblicato in questo paper l’OPPO Discover X5 Pro, il prodotto di punta del portafoglio dell’azienda, che ci ha ulteriormente convinto. Nelle ultime settimane abbiamo anche testato una variante “base” dell’elenco, ovvero OPPO Get X5. Questo diminuisce in alcuni aggiustamenti rispetto alle varianti Pro, soprattutto in termini di processore, ma come puoi immaginare il prezzo è in calo.
Inoltre si fa riferimento a 999,99 euro sul portale ufficiale OPPO, che nella prima fase della vendita equivale a scattare una fotografia Masterclass tenuta da Paolo Raeli, auricolari Enco X, Watch Free e custodia in Kevlar. Caso di difesa. Insomma, il prezzo resta sicuramente alto di listino, ma è inferiore ai 300 euro rispetto al modello Pro e i regali di battesimo non scarseggiano sicuramente. È un buon equilibrio? Approfondiamo l’argomento.

Il design è sempre Premium

OPPO ha sempre mostrato grande interesse per i dettagli, soprattutto in cima alla lista. OPPO Find X5 non lo è, offre materiali Premium, e accetta pesi e dimensioni esagerati: 160.3 x 72.6 x 8.7 mm, a 196 grammi. Il risultato è uno smartphone robusto e maneggevole, forse in quest’ultimo caso e migliore del modello Pro.

Non è da sottovalutare l’esistenza di un certificato IP54, anche se preferiamo l’IP68 completo. La versione Black non rende giustizia al dispositivo, ma sul mercato ci sono delle varianti White, quindi la possibilità di scegliere non esiste. Rilassante, OPPO è stato in grado di regolare l’aspetto del modulo fotografico di sfondo ed evidenziarlo collaborazione con Hasselblad.

Aprendo c’è sia il riconoscimento facciale che un sensore di impronte digitali posto nella parte inferiore dello schermo. Parlando di quest’ultimo, OPPO ha posizionato discretamente sulla sinistra il foro della fotocamera frontale, così da non disturbare troppo l’utente quando guarda i contenuti multimediali. Sul bordo destro troviamo un pulsante di accensione, in alto un microfono, a sinistra ci sono i pulsanti per il controllo del volume e in basso possiamo vedere il carrello SIM (dual nanoSIM), doppio microfono, USB. Porta e altoparlante di tipo C.

Interessante il contenuto della confezione di vendita: oltre al pin del vano SIM removibile e vari libri, otteniamo una morbida cover nera, adattatore da USB Type-A a USB Type-C, cavo USB Type-C. A/USB di tipo C e superiori Caricabatterie da 80 W.

Qualcomm Snapdragon 888 ed evento autonomo

Se in alcune zone vengono filtrate le differenze e il modello Pro, un’altra differenza notevole è sotto la scocca. Inoltre, l’OPPO Get X5 accetta Processore Qualcomm Snapdragon 888. Accanto a quest’ultimo ci sono 8 GB di RAM LPDDR5 (espansa con RAM virtuale fino a 5 GB) e 256 GB di memoria UFS 3.1 (non espandibile). Buone le prestazioni, del resto quella è la CPU di punta di Qualcomm dello scorso anno, che non ha problemi né con la quotidianità né con il gioco più ricercato (come vedremo più avanti).
Certo, un occhio allenato noterà in alcuni casi un leggero insuccesso, ma questo non è altro e anche chi è abituato in cima alla lista probabilmente non pagherà molto. Per essere chiari, ci riferiamo a uno smartphone che segna 743.102 punti in AnTuTu Benchmark v.9.3.4. Insomma, un equilibrio c’è, ma siamo ancora ad un ottimo livello in termini di prestazioni.

Tuttavia, è molto importante approfondire la questione dell’autonomia, in quanto la scelta di OPPO in termini di processore incide su questa percezione. Durante i nostri test Batteria da 4.800 mAh ha fatto bene il suo lavoro, accompagnandoci spesso la sera senza troppi problemi.

Tuttavia, questa osservazione è che in alcuni casi può creare qualche guaio in più rispetto all’altra categoria di fascia alta: continuando a fare pressione, sorge la domanda.
Quindi non siamo al top in quanto a autonomia, ma è sbagliato inserire quest’ultima tra le pecche, come siamo sicuri che lo saranno molti utenti, anche tra quelli abituati a puntare sulla fascia alta. in grado di fare tutto senza nessun problema, anche grazie all’ottimo supporto alla ricarica rapida a 80W e alla ricarica wireless a 30W (c’è anche la ricarica inversa). Tuttavia, vale la pena di esserne consapevoli, poiché potresti voler spendere quei 300 euro concentrandoti sulla variante Pro e sul suo Snapdragon 8 Gen 1, che ha anche migliorato la situazione con prestazioni migliori.

Tuttavia, ripetiamo che effettivamente mettiamo l’ago nel pagliaio, in quanto la ricarica è così veloce che l’autonomia non sarà un problema per la maggior parte degli utenti. Tieni solo a mente il fatto che OPPO Get X5 non è uno smartphone a cui puoi accedere facilmente in questi due giorni.

C’è poco da dire sullo schermo: Pannello AMOLED da 6,55 pollici con risoluzione Full HD+ (2400 x 1080 pixel), bordi leggermente curvi, profondità di 10 bit, fotocamera con apertura sinistra piccola, frequenza di aggiornamento di 120 Hz, frequenza di tocco di 240 Hz e protezione Corning Gorilla Glass Victus di grandi dimensioni, sia nel bilanciamento del colore che in High Light. OPPO ha inizialmente applicato la tecnica per produrre un “effetto wow”, impostando uno sfondo live che produce la resa cromatica (spoiler: attivo).

Per tutte le altre sono disponibili tutte le funzionalità che ti aspetti, dalla nitidezza dell’immagine potenziata alla brillante modalità video HDR, passando per Soloko On personalizzabile con vari modelli e l’immancabile Widevine L1 DRM, che permette la riproduzione in full HD. su Netflix e altro ancora. Anche il reparto audio stereo Dolby Atmos è conveniente, non confondendo sia con le prestazioni audio che il volume elevato.
Insomma, se utilizzi sempre la multimedialità per il tuo smartphone, l’OPPO Get X5 può rivelarsi un ottimo partner in tutte le situazioni. Tra l’altro, non c’è nulla da eccepire sulla comunicazione: sono presenti 5G, Wi-Fi 6, Dual SIM, SIM, NFC e Bluetooth 5.2.

Se pensi che OPPO abbia compromesso in termini di fotografia rispetto alla versione Pro, ti sbagli. Inoltre, nella parte posteriore troviamo una doppia fotocamera da 50MP (Sony IMX766 f/1.7 e ultragrandangolare Sony IMX766 f/2.2), e una fotocamera da 13MP (f/2.4, teleobiettivo, zoom ottico ibrido 5x, digitale 20x zoom), mentre l’apertura del sensore anteriore da 32MP (f/2.4, Sony IMX615). La collaborazione con Hasselblad e soprattutto NPU MariSilicon X ha pagato: OPPO Find X5 scatta in modo eccellente in tutte le condizioni di lucesia di giorno che di notte.

È una combinazione molto interessante di hardware e software, incentrata sulla creazione di immagini più grandi. L’effetto è alto e il grandangolo e l’obiettivo macro escono bene. Non mancano inoltre funzioni interessanti come la modalità XPan, che, come molti esperti avrebbero intuito, misura il formato della fotocamera da 35 mm della Hasselblad, consentendo all’utente di scattare panorami unici.
La cosa più importante, però, è che punteggio e tiro siano ottimi senza intoppi: la soluzione OPPO si preoccupa direttamente di fare tutto. Insomma, i tentativi al servizio fotografico gestiti dal brand vanno nella giusta direzione e ci fanno definire OPPO Get X5 as. telecamera.

I video sono fino a 4K / 60fps e molto stabili (anche se si potrebbe sempre voler trovare una soluzione). Qui la NPU MariSilicon X giocherà un ruolo chiave nella riduzione del rumore nelle aree scure Video notturni 4Ke rendendo possibili video 4K HDR anche in controluce o in qualsiasi altra condizione di luce sfavorevole.
Insomma, la soluzione OPPO è interessata da diverse prospettive. In ogni caso, se volete avere una buona idea del risultato finale, potete trovare alcune foto non sigillate nella nostra cartella Drive dedicata a OPPO Get X5.

ColorOS è certificato come una delle migliori cose da fare

Il sistema operativo si basa sull’affidabilità Sviluppo software ColorOS 12.1 (Android 12), che nel momento in cui scriviamo mostra le patch di sicurezza di febbraio 2022. Ormai conosciamo a memoria questo tipo di soluzione, comprese funzionalità come O-HAPTICS (vera risposta tattile) e Finestre flessibili (multitasking). In questo caso speciale, l’espansione della RAM visiva è impostata come predefinita a 3 GB, ma è possibile portarla a 5 GB (rilasciarla a 2 GB o disabilitarla, se si desidera una memoria interna).
In fondo è tutto come ci si aspetta: c’è un’interfaccia pulita e priva di bloatware e il sistema di fluidità non è male (anche se abbiamo riscontrato un piccolo lag, ma questi problemi sono quasi insignificanti).

Ci sono alcuni problemi con il livello di gioco: basti considerare il fatto che COD Mobile funziona come dovrebbe con dettagli su High High e FPS su Max. Fortnite, invece, funziona bene con i preset Epic a 60 FPS, ma potrebbe essere una scelta saggia rallentare con i dettagli per avere un fluido migliore. In ogni caso non mancano funzionalità come l’apposito pannello di gioco che permette, ad esempio, di avviare WhatsApp da Immagine a Immagine, tenere d’occhio le temperature.
Riguardo a quest’ultimo, poiché ci riferiamo alla cima della lista, nonché a uno strumento rivolto a utenti più attenti ai dettagli, è opportuno sottolineare che, a seguito di attività più stressanti, il calore si fa leggermente sentire nel corpo posteriore. Tuttavia, questo non è raro, dato il buon lavoro generale svolto dal sistema di raffreddamento basato sul bagno turco, ma ne è valsa la pena graffiare. In sintesi, l’OPPO Find X5 è in grado di fornire una buona soddisfazione in quest’ottica, sebbene non sia uno smartphone incentrato sul gioco.