Vai al contenuto

valore da $ 100 miliardi a $ 6 miliardi …

di Sofia Francioni

L’anno scorso un attacco informatico a terra vale la pena andarsene $ 100 miliardi a $ 6 miliardi. Il numero delle variabili, secondo l’attivista sessuale dell’OCSE Mariachiara Cavalleri, rivela “quanto poco sappiamo del mondo e quanto sia difficile con la sicurezza digitale essere in grado di prevedere il rischio”. Dalla zona parigina della mostra itinerante di Fondotinta glt la luce si riflette nella sicurezza informatica e nella sicurezza digitale mettendo a rischio politici, aziende e cittadini. “Attraverso l’epidemia i attacchi informatici notevolmente aumentato: al picco di marzo 2020 la media mensile attacchi umani (scrivere ed) è triplicato. Anche le istituzioni visibili sono scomparse dalla loro vista: gli ospedali sono stati attaccati nel Lazio come in molte altre città europee. Nelle aree più sensibili, questo problema ha messo in luce le nostre debolezze”. L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo internazionale (OCSE) riconosce la sfida digitale non troppo in termini di sicurezza informaticarispetto alla sicurezza digitale. “Non vogliamo garantire la sicurezza solo a livello tecnico, pensando alla cyber security o alla sicurezza delle informazioni”, spiega Cavalleri, “scelamo di guardare alle conseguenze economiche e al benessere distributivo. L’obiettivo dovrebbe essere un sistema digitale sicuro per dare alle aziende, alle istituzioni e ai privati ​​la possibilità di esserlo la fiducia digitale e la sua tempistica“.

Da destra relatori dal tavolo circostante: Mariachiara Cavalleri Consulente di genere OCSE, Janina Landau giornalista Class Cnbc, Claudia Segre presidente fondazione Glt, Alessia Mosca Crédit Agricole membro del consiglio Stefania Giannini, Erwan Balanant vice Unesco. Assemblea nazionale francese, il presidente della Sophie Sidos Vicat Fondation Louis Vicat e l’ambasciatore italiano in Francia.

L’era digitale e la rivoluzione agile continuano. L’epidemia è stato l’ultimo passo o forse un altro passo nel suo sviluppo. Ma questa, questa creazione vuole la libertà. “Il regolamento serve ma non basta”, ha detto dal palco Alessia Mosca, oggi membro del cda debito agricolo, conosciuto come il dio italiano delle quote rosa. In effetti, lo dobbiamo a lui Legge del Golfo-Mosca Nel 2011 uno studio globale per triplicare in 10 anni la presenza femminile nei consigli di amministrazione di società quotate e pubbliche. Disponibilità dal 2010 al 2020 in Italia dal 7% nel 2010 al 36% entro il 2020. Il salto quantico è possibile solo attraverso l’ingresso forzato di quote femminili che sono “sempre di strada e non hanno fine”. Oltre a regole chiare, Mosca spera di farlo sicurezza informatica “Cambiamento culturale nelle comunità: dalle scuole, dalle istituzioni ai luoghi culturali. Per questo è una mostra itinerante di È libero di… vivere molto importante “.

Esibizione della violenza contro le donne alla Fondazione per il pensiero globale

Nuovi contenuti, la sicurezza digitale richiede un cambiamento sociale urgente e per questo non può permettersi di essere esclusa. “Come per ogni cambiamento, siamo chiamati a fare qualche progresso. Il digitale è una chiamata alle armi in un’intelligenza collettiva, che non può fare a meno della parte femminile della popolazione”, ha detto Mosca. “In effetti, sappiamo bene che affrontare i problemi solo dal punto di vista maschile crea, di fatto, incrementi, posti nella società.“La sicurezza digitale integrata, la formazione di base nelle competenze scientifico-matematiche delle donne, ma soprattutto delle ragazze, è molto importante. “Un secolo fa. In Italia siamo afflitti da un enorme divario di genere nelle competenze scientifiche e matematiche, che deve essere affrontato. Dobbiamo mostrare le stelle alle ragazze per evitare che ciò accada”.

L’artista Eleonora Caliri ha esposto alla Galleria degli Eroi Liberi

Tre giorni di alfabetizzazione finanziaria, inclusione ed esposizione alle donne di È libero di… vivere, nella fase di Parigi si giunge al termine. Dallo A lei Donne dagli universi infiniti Tutti nuove eroine dei cartoni animati, A diventare l’attrice protagonista dello spettacolo francese è stata anche l’arte invisibile di Eleonora Caliri, classe 1989, che attraverso la sua personale ha fondato Galleria di eroi gratis. La sede durante tutto il tour mostrerà l’attività fisica e digitale delle donne di età inferiore ai 35 anni vicino ai temi dell’inclusione, dell’uguaglianza di genere e dell’emancipazione femminile.