Vai al contenuto

Vittoria Tita-Banti un giorno prima nella Nacra 17. Ferrari e Caruso perdono il primo posto nella 470 mix – OA Sport

Cala il sipario sulla quinta giornata della 51a edizione del Trofeo Principessa Sofia, la nomination ufficiale per la prima fase della serie di Coppa del Mondo 2022. determinerà i vincitori di tutte e dieci le classi coinvolte.

Nella categoria Nacra 17 arriva la vittoria di Ruggero Tita e Caterina Banti. I due azzurri hanno concluso tre delle gare di oggi con due vittorie e un terzo posto (scartato temporaneamente come peggior risultato) e si sono aggiudicati il ​​trofeo con una giornata di anticipo. I finlandesi Sinem Kurtbay e Akseli Keksinen sono saliti al secondo posto con 38 punti (oggi 3-3-2), mentre i britannici John Gimson e Anna Burnet sono scesi di un posto di 44 punti (6-12-1). Quarto posto per gli altri azzurri Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (punteggio odierno 2-17-4), che cercheranno di conquistare il podio domani.

A 470 combinati i nostri portacolori Giacomo Ferrari e Bianca Caruso hanno perso in testa alla classifica, fino a risalire al quarto posto con i 14-8 punti di oggi (39 punti totali). Così salgono al primo posto gli spagnoli Jordi Xammar e Nora Brugman con 20 (1-5), seguiti dai tedeschi Luise Wanser e Philipp Autenrieth e 36 (2-4) con il francese Kevin Peponnet e Aloise Retornaz e 38 (5-7). ). Gli altri azzurri Marco Gradoni e Alessandra Dubbini, 11 e 96 anni, non si iscrivono alla Medal Race per un soffio.

Vela, Trofeo Principessa Sofia 2022: Tita-Banti regna in Nacra 17! Il quarto giorno va bene in Italia

Nella 49a categoria Berto Crivelli Visconti e Giulio Calabrò migliorano domani la loro posizione, ora ottavi grazie a 98 punti grazie al 5-8-16 di oggi. Espulsioni invece Simone Ferrarese e Leonardo Chistè, 12° in ritardo e 105 punti dopo il 12-17-2 di oggi. Primo francese Erwan Fischer e Clement Pequin con 38 punti. Al secondo posto gli americani Ian Barrows e Hans Henken 49 e i polacchi Mikolaj Staniul e 60 Jakub Sztorch.

Nella classe 49erFX Le campionesse del mondo junior jana Germani e Giorgia Bertuzzi si sono liberate dopo la prima regata chiusa al 17° posto grazie ai due secondi posti nelle prove finali di oggi. I due verdi si siedono poi quarti con 65 punti e domani daranno la caccia alla tappa. Le seconde classificate olandesi Odile Van Aanholt e Annette Duetz (39 punti), al secondo posto le brasiliane Martine Soffiatti Grael e Kahena Kunze (59) e al terzo posto le belghe Isaura Maenhaut e Anouk Geurts (63). Secondo le altre sette italiane Alexandra Stalder e Silvia Speri hanno 87 punti, quindi si qualificano per la Medal Race, mentre Arianna Passamonti e Giulia Fava, 17° e 134°, e Carlotta Omari e Sveva Carraro, 23 non passano e 153.

Nella Formula Kite per gli uomini Gli italiani Riccardo Pianosi hanno vinto le semifinali, quinto con 64 punti, Lorenzo Boschetti, nono con 78, e Mario Calbucci, 97esimo con 97 punti. Ultimo il 20. Per una donna Sofia Tomasoni è fuori gioco nella semifinale di domani. L’azzurro chiude al 15° posto con 183 punti, a 2 punti dall’ultimo posto disponibile per qualificarsi (occupato da Israel Gal Zukerman 181). Tra i big, la francese Lauriane Nolot (23) e l’americana Daniela Moroz (31) sono arrivate dritte in finale.

Nell’ILCA per le donne non sposate Chiara Benini Floriani chiude 18 e 120 (oggi 13-23) e non riesce a strappare il Medal Race Pass. Niente da fare ancora per Georgia Della Valle, 27° e 171 punti, con Carolina Albano, 30° e 187°. Nella massima serie c’è la seconda canadese Sarah Douglas con 16 punti, seconda nel Regno Unito Hannah Hannah Snellgrove e 41 e terza in Grecia Vasileia Karachaliou con 42 punti. E nel campo degli uomini nessuna Italia si è qualificata per il Premio. I migliori sono stati Giovanni Coccoluto Giorgetti, 20° con 142 punti, mentre Lorenzo Brando Chiavarini (165) e Gianmarco Planchestainer (224) hanno chiuso rispettivamente al 26° e 43° posto.

Buona giornata a Nicolò Renna filtraggio dell’aria (e un nuovo tavolo olimpico iQFoil). I campioni d’Europa under 21 conquistano il terzo posto (56) e puntano dritti verso la semifinale di domani. Un altro verde Luca Di Tomassi, che si trova al sesto e 99° posto, dovrà giocare nell’ultimo quarto. A livello femminile tutto il blu è stato rimosso. La migliore è la Georgia Speciale, 16° in finale e 206 punti. Le finaliste francesi Helene Noesmoen (58), mentre Pilar Lamadrid Trueba della Spagna (80) e Daniela Peleg (86) dell’Israele accederanno alle semifinali.

Foto: La Presse