Vai al contenuto

Vive a Bari, Gentiloni: ‘Ue pensa al sesto pacchetto di sanzioni contro la Russia’

All’evento Sky TG24, il Commissario europeo per gli Affari economici e finanziari risponde alle domande degli studenti italiani. “Il Covid-19 e la guerra in Ucraina sono due anatre nere europee. Gli effetti del conflitto sulla via della crescita”, ha affermato.

La guerra in Ucraina subito dopo l’epidemia di Covid-19. Il commissario europeo per gli Affari economici e finanziari Paolo Gentiloni dimostra l’impatto di queste due grandi sfide sull’evento Sky TG24 Live In Bari. Rispondendo alle domande degli studenti italiani, l’ex presidente ha detto “senza dubbio questa sequenza di eventi, unica. E mai vista prima, ha fatto centro. Abbiamo avuto due papere nere – eventi grandi e inaspettati – di fila. ma sicuramente i 4 L’approccio % previsto quest’anno sulla media dei paesi europei sarà ridotto. Quanto dipenderà dal tempo della guerra e dalle cose che oggi è difficile spiegare. . Ci sono tante cose strane che ci aspettano, perché non sappiamo quale orizzonte si svilupperà su questo conflitto”, dice Gentiloni (STAY IN BARI, LIVE – PROCESSO E CORSO – INTERVISTA Sindaco KIEV).

“Pensiamo al sesto pacchetto di sanzioni contro la Russia”

Guarda anche



Ucraina, sindaco di Kiev su Sky TG24: “Il Papa qui porterà la pace”

Gentiloni spiega l’esperienza dell’Europa nel rispondere alla guerra guidata dalla Russia. “Abbiamo deciso di non prendere parte al conflitto, ma di sostenere l’attacco e dividere, economicamente e politicamente, l’aggressore”, ha spiegato il commissario Ue. “In risposta agli standard economici, l’integrazione europea è fondamentale. Sono stato ministro degli Esteri italiano dopo l’invasione della Crimea. Ricordo quanto sia stato difficile lavorare nelle sanzioni europee. Questa volta è stato diverso, subito. Abbiamo ricevuto cinque pacchetti di sanzioni , lavorando il sesto giorno.” A Mosca, dice Gentiloni, l’impatto delle misure europee è “enorme”.

Gas e petrolio russi

Guarda anche



Gas, se Cingolani smetterà di dipendere dalla Russia tra 24-36 mesi

In caso di sanzioni, ai tavoli di Bruxelles, continuano le discussioni sull’ipotesi di fermare l’importazione di gas e petrolio dalla Russia. Gentiloni ha ricordato come lo stesso presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen, abbia spiegato che l’Europa “pensava” di smettere di acquistare energia a Mosca, in particolare – per ora – gli acquisti di petrolio. Il percorso non è però facile, ricorda Gentiloni: “Bisogna concordare 27 Paesi diversi”.

La guerra in Ucraina ei problemi dell’umanità

Guarda anche



Guerra in Ucraina, oltre 4 milioni di profughi. MAPPE E GRAFF

La guerra in Ucraina ha aperto un grave disastro negli ultimi anni. Più di quattro milioni di cittadini stanno lasciando il Paese. Anche in questo campo, come nelle sanzioni economiche, Gentiloni sottolinea come “la risposta dell’Ue sia stata un’alleanza senza precedenti”. Nuovi fondi sono già stati stanziati per gestire la crisi, “molto difficile in Polonia”.