Vai al contenuto

Women’s Business Fund: tutti i progetti e i costi che possono essere finanziati

Una guida completa ai progetti finanziati e al costo appropriato per la concessione di sovvenzioni e prestiti emessi dal Women’s Enterprise Fund.

Richiedere l’accesso ai prestiti finanziati e alle sovvenzioni fornite dal nuovo arrivato Fondo per le imprese femminili da maggio 2022Ecco tutte le FAQ del MiSE disponibili per le persone che desiderano beneficiare (principianti e nuove imprenditrici) dei giusti progetti e dei giusti costi.

Qual è l’incentivo per il Women’s Business Fund?

Soldi di incentivo programmi di investimento per avviare o sviluppare imprese femminili, completate in 24 mesi. a parte quello costi di investimento, possono includere i costi del lavoro ei costi del capitale operativo entro un massimo del 20% del programma (o del 25% delle aziende in 36 mesi). Il valore del programma di investimento può arrivare fino a € 250.000 (IVA esclusa) per progetti di avviamento (direttiva CAPITOLO II) e 400.000 € (IVA esclusa) per progetti di sviluppo d’impresa (direttiva CAPITOLO III). Nessun piccolo costo di progetto.

Quali attività sono appropriate per i programmi di incentivazione Fondo per le imprese femminili?

Sono ammessi lavori nei settori dell’impresa, dell’arte, dell’agro-trasformazione, dei servizi, del commercio e del turismo. Non è invece consentita la produzione originaria di prodotti agricoli.

Quali incentivi prevede il Fondo Affari da donne?

Il Fondo prevede due linee di incentivazione: incentivi all’imprenditoria femminile: per le imprese private e non, per un periodo non superiore a 12 mesi (CAPITOLO II); incentivi per lo sviluppo o l’integrazione delle imprese femminili: per le imprese di 12 mesi (CAPITOLO III).

Affare donna meno di 12 mesi, quali sono gli incentivi?

Gli incentivi sono: contributo a fondo perduto; gestione di servizi di assistenza tecnica per un valore massimo di 5.000 euro. Per progetti fino a 100.000 euro (IVA esclusa), il finanziamento copre fino all’80% del costo (90% delle donne disoccupate) e comunque nella fascia più ampia di 50.000 euro. Per progetti fino a 250.000 € (IVA esclusa), il finanziamento copre il 50% del costo, fino a un massimo di 125.000 €. Oltre all’indennità non corrisposta, è possibile richiedere l’amministrazione dei servizi di assistenza tecnica ad un costo maggiorato di 5.000 €.

Quali sono gli incentivi per le donne in affari di età superiore ai 12 mesi?

Gli incentivi includono a finanziamento a fondo perduto e prestito a tasso zero per 8 anni, dove sono stati aggiunti servizi aggiuntivi per un valore massimo di 5.000 euro. Per progetti fino a 400.000 euro il finanziamento copre l’80% del costo massimo di 320.000 euro, solo per le imprese con più di 36 mesi di vita il contributo al capitale di esercizio è previsto interamente a fondo perduto.

Esiste una taglia piccola per un progetto imprenditoriale femminile?

No, non sono necessari piccoli investimenti nel processo di investimento.

Quali sono i costi per ottenere finanziamenti dal Women’s Business Fund?

Costi associati a Immobilizzazioni fisse per quanto riguarda impianti, macchinari e attrezzature nuovo di zecca conforme ed efficace per i servizi alle imprese e alle imprese speciali (installazione di macchinari, impianti e attrezzature; macchinari, impianti e attrezzature per la prestazione di servizi in economia condivisa purché identificabili e digitalizzati; opera entro il 30% del sistema di finanziamento della spesa ; servizio speciale mobile e preconfigurato di questa campagna, purché possano essere rimossi e funzionino per raggiungere gli obiettivi del programma), beni immateriali è richiesto per lavori finanziati (acquisizione di brevetti; acquisizione di programmi per computer e soluzioni tecniche rilevanti per le esigenze e la gestione del prodotto), servizi cloud lavorare sui principali sistemi di gestione aziendale, personale un periodo determinato o determinato dopo la presentazione della domanda ed è incaricato di attuare l’azione coordinata, i requisiti per capitale circolante (20% del costo rilevante del controllo delle nascite o dello sviluppo del business delle donne stabilito non più di 36 mesi fa; 25% dei costi ragionevoli e comunque fino all’80% del capitale circolante totale negli ultimi tre esercizi. Data di iscrizione domanda per il rafforzamento delle imprese costituite da più di 36 mesi.

Quali sono i costi legati al capitale circolante?

I costi del capitale operativo comprendono: materie prime, materiali ausiliari, materiali; servizi ordinari, strettamente necessari per lo svolgimento delle funzioni aziendali; utilizzo di beni di terzi, come ad esempio i costi di locazione relativi alla sede della società in cui viene condotto il progetto imprenditoriale; Canoni di locazione e costi di affitto associati agli impianti, macchinari e attrezzature necessari per eseguire le operazioni dell’azienda; i diritti di garanzia (garanzia di polizza o collaterale) richiesti in caso di pagamento anticipato ammontano al 20% della concessione concessa. Ogni acquisto deve essere effettuato secondo le condizioni del mercato e con soggetti terzi non affiliati al consumatore.

Come viene calcolato il contributo al capitale circolante nelle imprese femminili in 36 mesi?

Le imprese costituite da più di 36 mesi alla data di presentazione della domanda possono ricevere un contributo per soddisfare i requisiti di un capitale circolante fino al 25% di tutti i costi applicabili e, comunque, fino all’80% del capitale circolante medio negli ultimi tre esercizi finanziari al momento della presentazione della domanda.

L’importo sarà calcolato: tenendo conto dei costi descritti ai punti 6), esclusi quelli relativi all’attivo, 7) e 8) dello schema ufficiale di conto economico (art. 2425 del codice pubblico), riscontrabili nella delibera rendiconti finanziari per i tre esercizi finanziari precedenti la data di presentazione Mali. Qualora il bilancio dell’esercizio precedente non sia stato approvato, l’ammontare dei suddetti costi, stimato in tale esercizio, è determinato sulla base del bilancio all’uopo predisposto; Si stimano 1,5 costi di perdita di peso relativi agli anni 2020 e 2021, corrispondenti alla situazione di emergenza associata all’epidemia di Covid-19.

I costi sostenuti prima che l’applicazione dell’incentivo sia equa?

No, sono validi solo i costi sostenuti dopo la domanda. Pertanto, gli investimenti effettuati in passato non vengono considerati.

Il preventivo di spesa deve essere allegato alla domanda di prestito?

Per richiedere gli incentivi è necessario presentare un business plan che includa un programma di investimento ma non sono richiesti preventivi per presentare domanda di finanziamento.

La conversione di un apprendista a tempo pieno fa parte del costo?

La legge si riferisce ai dipendenti che vengono assunti dopo la data di presentazione della domanda, pertanto le modifiche della tipologia contrattuale non rientrano tra i costi rilevanti.

I costi di “avviamento e licenza” sono inclusi tra i costi applicabili?

No. I costi di avviamento sono sostenuti.